Faraday Future e LeEco: le scatole cinesi dell'auto elettrica

Faraday Future FF 91
Faraday Future FF 91 REUTERS/Steve Marcus

L'imprenditore XY fonda l'azienda Z che è strettamente imparentata con U e con K. Z, U e K fanno lo stesso prodotto che chiameremo HR. U partecipa finanziariamente a Z che a sua volta è finanziata sempre dall'imprenditore XY. U per non fallire e per salvare Z vende una parte di azienda. Il risultato è che Z è sull'orlo del fallimento e U dichiara di non essere pronta a fare il prodotto HR

No, non abbiamo cambiato mestiere, quello che avete letto sopra è una esemplificazione della storia di Faraday Future e LeEco, aziende strettamente imparentate. Infatti, è notizia recente che LeEco, la società tecnologica conosciuta come "la Netflix cinese", che si cela dietro Faraday Future, ha accettato di vendere i 49 acri (circa 20 ettari) di terra nella Silicon Valley a distanza di un anno dall'acquisto. Nel giugno del 2016, il fondatore e CEO di LeEco, Jia Yueting, ha dichiarato che la proprietà, che è stato acquistata da Yahoo, sarebbe stata utilizzata per costruire il quartier generale americano della sua azienda. "La struttura sarà un EcoCity che ospiterà 12.000 dipendenti," dichiarava circa un anno fa l'imprenditore cinese.

Faraday Future FF 91 Faraday Future FF 91  REUTERS/Steve Marcus

A riportare la notizia della vendita dell'appezzamento di terreno è la ReutersLeEco venderà il suo terreno in California allo sviluppatore cinese Genzon Group. Questa operazione testimonia, semmai ce ne fosse ancora bisogno, che la società cinese ha assoluto bisogno di liquidità e che il suo approdo negli Stati Uniti non avverrà in tempi brevi. In una dichiarazione rilasciata alla Reuters Leeco ha detto che non sono ancora pronti a realizzare un impianto. 

LEGGI ANCHE: Faraday Future, LeEco e Lucid Motors sono tutte destinate a fallire miseramente

LeEco LeSEE, la nuova super car elettrica e connessa ad internet LeEco LeSEE, la nuova super car elettrica e connessa ad internet  LeEco

Il CEO di LeEco Jia Yueting nel mese di gennaio ha annunciato che i problemi finanziari di LeEco erano stati in parte tamponati dall'aumento di capitale di 2.2 miliardi di dollari da parte di Sunac China Holdings, investimento destinato però alle attività digitali e non allo sviluppo delle auto elettriche.

Faraday Future e LeEco: un gioco di scatole cinesi

Faraday Future e LeEco sono due aziende strettamente imparentate. La provenienza dei capitali è la medesima e le risorse preposte allo sviluppo delle auto elettriche sono state spostate da un'azienda all'altra. Due società diverse create per lo stesso prodotto: l'auto elettrica a guida autonoma. Almeno così doveva essere. Purtroppo però entrambe le società hanno collezionato solo figuracce, ultima in ordine di tempo il mezzo flop della presentazione avvenuta al CES 2017 che in molti avevano indicato come un "dentro o fuori" -ne abbiamo parlato QUI-. 

Difficilmente quindi vedremo l'uscita della Faraday Future nel 2018 considerando che deve essere ancora costruito lo stabilimento produttivo.