Germania chiede aiuto all’Italia, rischio blackout in Baviera

di 28.11.2012 14:33 CET
Nuovi rincari su lece e gas. Da luglio 33 euro all'anno in più sulle bollette
Tralicci per l'elettricità REUTERS

Cielo coperto e bonaccia, un guaio per le barche a vela e per le rinnovabili. Senza vento e senza sole il fotovoltaico e l'eolico non possono produrre e la Germania teme il rischio blackout, soprattutto nelle regioni meridionali. Infatti lo stato tedesco ha da poco raggiunto il traguardo del 25% del fabbisogno elettrico da fonti rinnovabili. Un vero record "green", ma che porta a conseguenze disastrose se le condizioni atmosferiche sono avverse e se le vecchie centrali termoelettriche e nucleari sono state chiuse definitivamente.

L'operatore energetico tedesco TransnetBW ha chiesto all'Italia di fornire l'energia elettrica nei momenti di crisi e ha avviato negoziati per l'acquisto di capacità di riserva fornita dalle nostre centrali a gas, conosciute in tutto il mondo per la loro elevata efficienza.

Anche se questa notizia ha portato i detrattori delle rinnovabili ad affermare che queste fonti continuano ad essere e saranno inaffidabili, gli esperti indicano che in futuro il sistema delle "smart grid" risolverà il problema permettendo di scambiare energia da un capo all'altro dell'Europa. Però la Germania cerca una soluzione a breve termine, ed ha avviato la costruzione di nuovi impianti a ligniti e carbone per ovviare agli squilibri prodotti dalle fonti rinnovabili.

Leggi anche:

Commenti