Giappone, dati negativi ma lo Yen resiste

di 12.11.2012 12:11 CET
Giappone
A Japanese national flag is seen near a graph displaying the movements of the U.S. dollar and the Japanese yen foreign exchange rates at a dealing room in Tokyo August 30, 2010. Reuters/Kim Kyung-Hoon

Un'ottima "finta di corpo" si direbbe in gergo calcistico. Lo Yen crolla nella sessione asiatica contro Eur e Usd per poi riprendere terreno durante la sessione europea dei mercati. Eppure i dati sul Giappone sono stati poco incoraggianti (Leggi articolo su dati Giappone) con un rischio recessione molto alto, quel che basta per far crollare lo Yen nella notte per poi essere ricomprato contro il sentiment di mercato europeo.

Questo "gioco" funziona da parecchio tempo sulle valute, ovvero la strategia che consiste nel far scendere/salire il prezzo in una sessione di mercato (es. asiatica) per poi ricomprare/vendere lo strumento in questione in base al suo andamento in una sessione successiva (es. europea). Ovviamente non sempre è così, ma in fasi di mercato non direzionale, la probabilità di assistere a questo tipo di eventi è abbastanza alta. 

 

Commenti