Giro d'Italia: 4a tappa a Polanc dopo 181 km di fuga, Jungels in maglia rosa. Ordine d'arrivo e classifica generale

di 09.05.2017 18:28 CEST
Jan Polanc nel 2015 sull'Abetone
Jan Polanc fa il bis della vittoria del 2015 sull'Abetone Reuters

Una fuga di 181 chilometri per anticipare i big sul primo arrivo in salita del Giro numero 100. La quarta tappa, con traguardo sull’Etna, registra l’impresa di Jan Polanc, corridore sloveno del Team UAE Emirates. Poca battaglia tra i big, che arrivano tutti insieme, con il Lussemburghese Bob Jungels che tiene la maglia rosa in casa Quick-Step Floors.

LA CRONACA

Partenza da Cefalù che coincide subito con un tentativo di fuga. Al chilometro zero, infatti, ci prova il Russo Pavel Brutt, della Gazprom, che porta via un gruppetto di quattro corridori, composto anche da Eugenio Alafacci della Trek Segafredo, Jacques van Rensburg della Dimension Data e Jan Polanc. Il gruppo lascia molto spazio ai fuggitivi, il cui vantaggio massimo supera i sei minuti, anche se la fuga perde pian piano i suoi componenti. Il primo a mollare è Alafacci, all’inizio della salita finale si stacca Brutt e dopo appena un chilometro e mezzo di ascesa Polanc stacca anche van Rensburg e resta da solo. Mancano più di quindici chilometri all’arrivo e il vantaggio dello Sloveno è ancora di circa quattro minuti. Dietro si muove Pierre Rolland, che guadagna una quarantina di secondi sul gruppo, ma non fa la differenza e viene presto ripreso. I big si guardano fino ai meno tre, quando ci prova Vincenzo Nibali, che non riesce però a fare il vuoto. Solo in vista del triangolo rosso, Ilnur Zakarin stacca il resto del gruppo, ma per riprendere Polanc è troppo tardi. Per lo Sloveno è il bis della vittoria del 2015 sull’Abetone, ancora la termine di una lunga fuga.

 

 

Alle sue spalle, Zakarin è secondo a diciannove secondi e ne guadagna dieci sugli altri big, regolati da Geraint Thomas nella volata per il terzo posto. Bob Jungels tiene il passo dei migliori e veste così la maglia rosa, ripetendo l’exploit della passata stagione. A 24 anni, siamo di fronte ad un probabile campione del futuro.

 

 

L’ORDINE DI ARRIVO

1. Jan Polanc in 4h55’58”

2. Ilnur Zakarin a 0’19”

3. Geraint Thomas a 0’29”

4. Thibaut Pinot a 0’29”

5. Dario Cataldo a 0’29”

6. Tom Dumoulin a 0’29”

7. Bob Jungles a 0’29”

8. Adam Yates a 0’29”

9. Bauke Mollema a 0’29”

10. Vincenzo Nibali a 0’29”

 

LA CLASSIFICA GENERALE

1. Bob Jungles in 19h41’56”

2. Geraint Thomas a 0’06”

3. Adam Yates a 0’10”

4. Vincenzo Nibali a 0’10”

5. Domenico Pozzovivo a 0’10”

6. Nairo Quintana a 0’10”

7. Tom Dumoulin a 0’10”

8. Bauke Mollema a 0’10”

9. Mikel Landa a 0’10”

10. Thibaut Pinot a 0’10”