Giro d'Italia: Nibali trionfa a Bormio e riapre tutto. Ordine d'arrivo, classifica e highlights (VIDEO)

di 23.05.2017 19:46 CEST
L'esultanza di Vincenzo Nibali dopo una vittoria
L'esultanza di Vincenzo Nibali dopo una vittoria Reuters

Avevamo scritto qui che Nibali avrebbe ancora potuto vincere il Giro e il Siciliano ci ha subito dato ragione. Lo Squalo dello Stretto stacca tutti i big, vince la tappa regina del Giro d’Italia numero 100 e riapre completamente la corsa. Quintana sfiora la maglia rosa, che resta però sulle spalle di Dumoulin, penalizzato da un problema fisiologico ai piedi della salita finale.

 

LA CORSA

La 16a tappa del Giro collegava Rovetta a Bormio dopo 222 chilometri di saliscendi. La prima vetta da scalare è il Mortirolo, sul quale si avvantaggia un gruppo di ventisette corridori, mentre il gruppo controlla. In vetta, passa per primo Luis Leon Sanchez dell’Astana, che ricorda così il suo compagno Michele Scarponi, cui è stata intitolata la montagna in questo giro. Quintana mette tre compagni di squadra nella fuga, ma non attacca e si arriva così allo Stelvio. Davanti rimangono in otto, mentre il gruppo si assottiglia, salendo sempre però con un ritmo regolare.

IL PROBLEMA DI DUMOULIN

L’ultima asperità di giornata è l’Umbrailpass, ai piedi del quale la maglia rosa accusa un problema intestinale ed è costretto a fermarsi a bordo strada.

GUARDA LO STOP FORZATO DELLA MAGLIA ROSA

 

L’Olandese riparte con poco più di un minuto di ritardo, mentre davanti attacca Mikel Landa, che resta da solo. Dumoulin trova il suo passo e mantiene il ritmo degli altri big per dieci chilometri. Nel gruppo dei migliori, il primo ad accendere la miccia è Vincenzo Nibali, seguito a ruota da Nairo Quintana, ma anche da Zakarin e Pozzovivo. Si staccano, invece, tutti gli altri, compreso Thibaut Pinot. In vetta, Landa scollina da solo e ottiene i punti necessari per conquistare la maglia blu, ma un secondo attacco di Nibali porta il Siciliano e Quintana a dieci secondi dallo Spagnolo della Sky. Dumoulin accusa gli ultimi chilometri di salita, ma riesce a limitare i danni e arriva in vetta con due minuti e venti di ritardo.

LA DISCESA

La picchiata verso Bormio è un capolavoro di Nibali, che stacca Quintana, riprende Landa e dà spettacolo ad ogni tornante.

GUARDA IL NUMERO DI NIBALI IN DISCESA

 

Il portacolori della Sky è però un osso duro e mantiene il passo di Nibali fino a valle, mentre Quintana resta ad una decina di secondi e gli altri perdono inesorabilmente terreno.

LA VOLATA

Nibali e Landa arrivano così alla volata finale, che vede lo Spagnolo favorito, ma all’ultima curva lo Squalo dello Stretto trova lo spazio per infilarsi all’interno e ha la meglio, conquistando la settima vittoria personale al Giro d’Italia.

GUARDA LA VOLATA VINCENTE DI VINCENZO NIBALI

 

Quintana arriva a dodici secondi, Pozzovivo e Zakarin perdono poco, mentre Pinot accusa un minuto e trentacinque secondi. A 2’20” arriva Dumoulin, che dunque tiene la maglia rosa.

L’ORDINE D’ARRIVO

 

LA CLASSIFICA GENERALE

 

Il Giro d’Italia è completamente riaperto e nelle ultime tappe può ancora succedere di tutto. Molto dipenderà da quali scorie avrà lasciato questa tappa nel fisico di Dumoulin, ma una cosa è certa: Nibali è vivo e fino a Milano ci sarà da divertirsi.