Golf, Us Open 2017: programma, favoriti, assenti e dove vederlo in tv

di @dariodangelo91 14.06.2017 21:22 CEST
Rory McIlroy
Rory McIlroy Reuters

Prende il via giovedì 15 giugno la 117esima edizione degli Us Open 2017 di golf. Il major americano vanta un montepremi mostruoso, il più alto della storia: 12 milioni di dollari che verranno messi in palio per la prima volta sul percorso di Erin Hills, nel Wisconsin. Come sempre il torneo si svilupperà su una distanza di 72 buche e si caratterizzerà per la difficoltà dei campi golfistici americani, storicamente impegnativi vista la conformazione dei terreni e la presenza di rough (erba alta accanto al fairway) particolarmente insidiosi e bunker profondissimi.

PARTECIPANTI E PROGRAMMA. Gli iscritti al torneo sono 156, equamente divisi in 3 gruppi da 52 giocatori. La USGA, che organizza il torneo, nelle scorse ore ha ufficializzato i tee times, ovvero i gruppi di gioco che nei primi due giorni si alterneranno sui campi da golf completando un giro in orario mattutino e uno in quello pomeridiano. I terzetti sono particolarmente interessanti: il numero 1 delle classifiche mondiali, Dustin Johnson, vincitore del torneo 2016, se la vedrà con Jordan Spieth, vincitore degli Us Open 2015 e numero 6 del mondo, e con il tedesco Martin Kaymer (n°58).  A passare il taglio saranno i migliori 60 al termine delle prime 18 buche, più altri pari merito ed eventuali giocatori che si troveranno entro i 10 colpi di ritardo dalla vetta della classifica.

Una volta arrivati al terzo e al quarto giro gli scontri diventeranno degli uno contro uno e seguiranno l’ordine di classifica invertito (il primo contro il sessantesimo, e così via). Nel caso in cui vi fosse un ex-aequo finale al primo posto, lo Us Open mantiene la tradizione, unica tra i major, di disputare uno spareggio al meglio delle 18 buche il lunedì successivo alla conclusione della gara. L’ultima volta in cui è stato disputato il playoff risale al 2008, quando Tiger Woods si impose su Rocco Mediate.

GLI ASSENTI. Per ragioni diametralmente opposte, sono due i grandi assenti di questi Us Open 2017. Uno è certamente Tiger Woods, impegnato a venir fuori da una dipendenza da anti-dolorifico sorta dopo l’operazione alla schiena dalla quale non si è ancora ristabilito, che lo scorso 29 maggio lo ha portato tra le altre cose ad ubriacarsi e ad essere arrestato in Florida per guida in stato d’ebbrezza. L’altro grande assente (ma speriamo di no) è Phil Mickelson, ma i motivi ben altri. Il giocatore statunitense, che questo torneo lo ha giocato 27 volte piazzandosi secondo in 6 occasioni, alle 10 del mattino del 15 giugno sarà in prima fila per assistere alla cerimonia di diploma della figlia Amanda in California. Non farà mai in tempo ad essere in Wisconsin per il primo tee shot, ma non si è cancellato: spera infatti in un aiuto dal cielo, un diluvio che faccia ritardare l’inizio del torneo o un forfait dell’ultimo istante di un altro giocatore cui poter subentrare.

L’ITALIA AGLI US OPEN 2017. Le speranze azzurre poggiano tutte su Francesco Molinari. Dopo il balzo dalla 31esima alla 17esima posizione del ranking mondiale, l’azzurro - all’ottava partecipazione nel major - sembra in grado di attaccare il suo miglior piazzamento nel torneo: un 23esimo posto nel 2014. Una grande prestazione potrebbe consentirgli di migliorare il record di un giocatore italiano in classifica mondiale, il 14esimo posto che condivide proprio con il fratello Edoardo davanti a Costantino Rocca, al massimo 18esimo.

I FAVORITI. Un grande favorito per la vittoria non c’è: certo Dustin Johnson, da detentore del titolo e numero 1 del mondo, è sempre un cliente ostico per tutti, ma attenzione anche al nordirlandese Rory McIlroy, che nonostante l’infortunio che lo sta perseguitando da tempo si è detto a suo agio sul tracciato di Erin Hills e pronto a dire la sua per il successo finale. Anche Jordan Spieth spera di bissare l’affermazione del 2015, mentre il sudafricano Charl Schwartzel, gli svedesi Alex Noren ed Henrik Stenson, l’inglese Justin Rose e l’australiano Adam Scott potrebbero giocare il ruolo di outsider al pari di Jason Dufner, Kevin Kisner, Patrick Reed e Bubba Watson.

DOVE VEDERE GLI US OPEN. A trasmettere gli Us Open 2017 di golf sarà Sky Sport 2, che ogni giorno dal 15 al 19 giugno si sintonizzerà in diretta alle ore 19 italiane (le 12 locali). Considerando il fuso orario, si farà notte fonda prima di concludere il programma giornaliero.