Grillo chiude lo tsunami tour a piazza San Giovanni

di 01.02.2013 16:50 CET

Il M5S si prepara alla 'presa di Roma'. E non solo in senso metaforico. Il 22 febbraio Grillo chiude lo Tsunami Tour in piazza San Giovanni, palco storico del Partito democratico e dei sindacati.

Dopo la querelle scoppiata per chi avesse chiesto per primo il permesso di chiudere in quell'ambito palco romano la campagna elettorale, a spuntarla è stato il MoVimento 5 Stelle. "Cittadini in MoVimento non potete mancare all'appuntamento con la storia" si legge sul blog.

Si chiede anche un piccolo sostegno economico, sia pure di un solo euro, e si promette spettacolo, musica ma soprattutto la possibilità di cambiare l'Italia. "Il 22 febbraio 2013 il MoVimento 5 Stelle Lazio aspetta ogni cittadino d'Italia per chiudere insieme lo Tsunami Tour a Roma! Con Beppe Grillo in piazza si alterneranno amministratori 5 stelle e candidati portavoce da tutta Italia, musica, passione e GIOIA". 

"Martedì scorso -spiega il M5s laziale- abbiamo incontrato il prefetto insieme alla varie forze politiche per chiedere piazza San Giovanni per il comizio finale. Anche il Pd aveva puntato piazza San Giovanni. Dopo una lunga discussione, a colpi di 'ma io ho chiesto l'occupazione suolo pubblico' e noi 'anche noi abbiamo già chiesto l'occupazione suolo pubblico', ed il Pd 'ma noi abbiamo anche il permesse della questura' e noi 'impossibile, la questura ci ha detto da fine dicembre a oggi che non avrebbe rilasciato permessi fino a questo incontro' , il prefetto ha scaricato la patata bollente sulla questura annullando la validità delle richieste fatte fino a ieri, dicendo che sarebbe valsa quella presentata per prima da quel momento in poi ma non indicando un termine dal quale tale nuova richiesta potesse essere presentata". 

Commenti