“Grillo, un professionista della politica”

  | 29.01.2013 12:45 CET

Dalle 'aperture di credito', nel momento in cui ha lanciato la propria candidatura, agli attacchi diretti. In poco più di un mese Antonio Ingroia ha cambiato completamente idea su Beppe Grillo.

"Lui ce l'ha con me perché il suo movimento ha avuto un'emorragia di consensi a mio favore. La verità è che lui è un politico di professione che attacca me che sono un esponente della società civile - sostiene il leader di Rivoluzione Civile ospite di UnoMattina - Un vero e proprio professionista che ha fatto di un certo modo di fare politica, sulla base di battute, paradossi ed eccessi espressivi, il suo stile".

"Attacca uno come me che per la prima volta si impegna in politica. Fa parte di un gioco a cui io non sto, perché a me non piace fare una campagna elettorale gridata e fondata sull'aggressione del vicino di bacino elettorale - continua Ingroia che torna ad aprire al Pd - Noi non possiamo partecipare a una coalizione di governo in cui ci siano Berlusconi o Monti. La nostra posizione è limpida. Il centrosinistra invece non ha mai detto un no chiaro sui suoi rapporti con Monti, anzi ha fatto delle aperture".

Commenti