Grillo:"Volevo votare Casini, poi ho fatto un'altra scelta"

  | 25.02.2013 11:31 CET
Beppe Grillo
Beppe Grillo

Tra tutti i leader politici mancava solo lui. Ora anche Beppe Grillo ha espresso il suo voto questa mattina a Genova. Tantissimi i giornalisti che lo aspettavano fin da ieri. Scherzando all'ingresso del seggio il comico si è detto ancora dubbioso sul chi votare. Ieri circolava in rete la notizia che per rendere indelebile il segno fatto con la matita sulle schede elettorali bisognava prima leccarne la punta. Proprio su questo caso è intervenuto lo stesso leader dei Cinque Stelle rilevando che "non vanno leccate, solo bagnate un pò".

Dopo aver espresso il suo voto Grillo ha ricordato che voleva "votare Casini perché mi dà fiducia, dietro di lui c'è Caltagirone che è un uomo operoso. Poi ho fatto un'altra scelta. Questi politici sono come la gatta che canta Memories in Cat, sono gatte morte. Gli italiani hanno aperto gli occhi, noi andremo avanti con il nostro sogno. Mi vergogno di questo paese, dovremmo vergognarci tutti. La vera instabilità è quella di adesso".

Il leader dei grillini ha anche aggiunto che da "domani si apre un'altra epoca. Questa è la rivoluzione. Andrà in Parlamento gente preparata e onesta. Ci parleremo dal blog, ci terremmo in contatto così. Tutte le persone che hanno votato gli altri partiti sono colluse". Critico e duro sulle alleanze: "Ma per carità. Ma se ci chiedono scusa e perdona siamo disposti a dialogare". Interrogato su dove seguirà lo spoglio delle schede, Grillo ha riposto: "Lo seguirò dal mio orto".

Commenti