Guida autonoma: la Germania dice sì ai test sulle strade. Ma per le driverless ci vorranno ancora anni

Volkswagen I.D. Concept
Volkswagen I.D. Concept Volkswagen

La Germania approva una legge che disciplina e regolamenta i test che riguardano l'auto senza conducente, o driverless. In realtà, come disposto dalla legge, all'interno dell'auto ci dovrà essere comunque un guidatore umano che dovrà intervenire in caso di necessità. Inoltre la vettura sarà dotata da una scatola nera che registrerà tutte le decisioni prese dell'auto senza conducente.

Auto a guida autonoma Quella di Google è l'auto a guida autonoma più conosciuta  REUTERS/Elijah Nouvelage

Il Governo tedesco accontenta così tutti i costruttori tedeschi, da tempo impegnati nello sviluppo dell'auto senza conducente. L'industria industria automobilistica europea ripone tutte le sue speranze su Berlino affinché spinga l'Unione Europea a varare una legislazione simile così da permettere a tutti i costruttori di auto del vecchio continente a poter effettuare i test anche negli altri paesi membri.

LEGGI ANCHE: Il Project Titan è tutt'altro che morto

auto google guida autonoma Un'auto Google a guida autonoma durante un test sulle strade di Mountain View  Runner1928 (CC BY-SA 3.0), via Wikimedia Commons

"In genere è l'Unione europea che stabilisce una direttiva che i governi degli stati membri devono recepire con disposizioni di legge nazionali", ha dichiarato una portavoce della VDA, l'associazione dell'industria automobilistica tedesca. "In questo caso, la situazione è invertita", ha ribadito.

Un piccolo passo

La legge varata dalla Germania è una semplice base che permetterà agli automaker di lavorare con le autorità competenti per sviluppare il processo di omologozione che sarà lungo e complesso. Questa disposizione di legge non deve inoltre far dimenticare agli utenti che adesso stiamo ancora parlando di assistenza avanzata alla guida; alcuni driver Tesla credevano che il livello 2 di assistenza, che Tesla chiama "Autopilot", dispensava dal tenere gli occhi sulla strada.

Alcuni driver Tesla credevano che il livello 2 di assistenza, che Tesla chiama "Autopilot", dispensava dal tenere gli occhi sulla strada

L'avvento della guida autonoma sarà graduale e anno dopo anno bisognerà adeguarsi. Troviamo oltremodo pericoloso gli "spot" (indiretti) utilizzati da alcune case automobilistiche che danno le auto a guida autonoma come un qualcosa di concreto e attuale. No, non è così. Almeno non ancora.