"I super ricchi vadano al diavolo"

  | 07.01.2013 10:41 CET
Nichi  Vendola
Il leader di Sel

"Monti ha avuto il coraggio relativo di bussare alle porte dei soliti noti. Quando si è trattato di chiedere un contributo ai più ricchi ha detto che era 'tecnicamente complicato', perchè è tecnicamente di destra e ritiene che ontologicamente i sacrifici tocchino sempre ai più deboli". Lo ha dichiarato il leader di Sel Nichi Vendola, ospite oggi di 'Unomattina'.

Commentando la vicenda Depardieu (l'attore francese ha chiesto la cittadinanza russa per scappare dall'aliquota del 75% imposta ai super-ricchi dal governo Hollande, norma giudicata poi incostituzionale, ndr) il governatore della Puglia ha dichiarato: "Penso che i super ricchi devono andare al diavolo, e Putin ha le sembianze del diavolo". Secondo Vendola una tassa sui super-ricchi "non cambia il loro tenore di vita", mentre "l'Imu cambia il tenore di vita di milioni di famiglie italiane".

Torna sull'infelice battuta di Monti ('silenziare le ali estreme'): "Democristianeria senza Dc da Grande Oriente d'Italia - dice Vendola chiamando in causa la massoneria - Tagliare le ali porta la politica in una palude dove vincono sempre quelli della razza padrona, la razza di Monti". Sulla nuova alleanza Berlusconi - Lega: "A volte ritornano. Questa specie di horror chiamato centrodestra. E' abbastanza evidente che Berlusconi decide, da perdente, di mettere insieme tutte le forze populiste. La destra più presentabile è andata con Monti e quella più viscerale, più belluina, più vernacolare con Berlusconi".

Altri articoli di IBT MEDIA

Commenti