IBBooks Fashion : “The Little Black Jacket: Chanel’s classic revisited” di Karl Lagerfeld e Carine Roitfeld

guardate anche il video!
di 19.03.2012 1:29 CET
Lagerfeld e Roitfeld
Karl Lagerfeld e Carine Roitfeld ad un evento benefico nel 2010 Reuters

Un capo che attraversa le epoche ed è capace di influenzare stilisti e comuni mortali nel tempo: questo è la Petite Veste Noire, la giacca nera a quattro tasche, corta e profilata, un classico della maison Chanel.

La storia di questo capo è senza dubbio interessante e costituisce materia di discussione accesa tra i biografi della stilista francese. La versione più accreditata è che l'idea di una giacca di passamaneria intrecciata, con quattro tasche, sia venuta a Coco Chanel durante un soggiorno "curativo" in una stazione termale assai popolare negli anni quaranta, il resort del barone Hubert von Pantz.

Nel contesto quattrocentesco del castello, la stilista francese vedeva affaccendarsi, a servizio dei vari clienti, uomini che indossavano una particolare livrea: una giacca tirolese a quattro tasche bordata da passamaneria intrecciata. Da qui, ad adattare al pubblico femminile un capo d'abbigliamento maschile, il passo fu abbastanza facile. Del resto, Coco Chanel aveva già costruito parte della sua carriera sulla trasformazione di abbigliamenti dal taglio maschile in capi femminili e moderni.

La presentazione della nuova giacca è del 1954, data cioè al rientro a Parigi della stilista che riaprì il suo atélier dopo la chiusura del 1939 dovuta allo scoppio della Seconda Guerra Mondiale ed al periodo di occupazione tedesca della Francia.

La Petite Veste Noire è ormai uno dei cavalli di battaglia di Chanel. Un capo che attraversa benissimo i rivolgimenti storici e di costume proprio in ragione della sua perfetta adattabilità: la si può abbinare a qualsiasi gonna o pantalone, la si può utilizzare per il lavoro, nel quotidiano, o per le serate di gala, senza che essa perda mai la sua innata eleganza.

E' un omaggio alla fortuna ed all'importanza di una simile icona della moda quello che lo stilista Karl Lagerfeld e la giornalista di moda Carine Roitfeld realizzano nel loro nuovo libro fotografico The Little Black Jacket: Chanel's classic revisited (STEIDL, 2012, p. 232).

Il libro verrà ufficialmente presentato, in anteprima mondiale, il 21 marzo 2012 a Tokyo, all'interno di una tre giorni dedicata alla Maison Chanel che si comporrà di una mostra e di altri eventi collegati.

Sin dal 1983, quando Lagerfeld assunse la direzione creativa di Chanel, lo stilista realizzò ogni anno una reinterpretazione della Petite Veste Noir, da far sfilare insieme alle collezioni che andava disegnando. Di volta in volta dissacrando, modernizzando, attualizzando, celebrando l'illustre precedente, Lagerfeld ha sempre mantenuto un reverenziale rispetto per questo capo cui ora dedica un'intera pubblicazione.

Il libro raccoglie quindi un'intera serie di scatti in cui celebrità di vario genere - da modelle come Claudia Schiffer ad attrici come Sarah Jessica Parker sino a ballerini come Roberto Bolle, - indossano la mitica "corta giacca nera" e danno di essa un'interpretazione tutta personale e soggettiva, dimostrando come l'intramontabilità del capo ben si coniughi con la declinazione individuale che lungi dal traviare il modello giunge piuttosto ad operarne la sua massima realizzazione.