Il Pd e la voglia di “Parlamentarie”

  | 10.12.2012 18:44 CET
Primarie Pd
Un seggio delle primarie Pd

Primarie per scegliere i parlamentari? E' la tentazione di una fetta del Partito Democratico, sulla falsariga di quanto fatto la scorsa settimana dal Movimento Cinque Stelle. Gli ostacoli sono molteplici: il fattore tempo, le regole, il rischio di una 'farsa' teleguidata. Bisogna fare i conti con la reale voglia di mettersi in gioco della nomenklatura. A parole in molti sono d'accordo. A parole.

Dicevamo dei problemi. In prima battuta la questione tempo: le Camere potrebbero essere sciolte prima di Natale e si potrebbe votare, secondo quanto appena dichiarato dal ministro Cancellieri, il 17 o 24 febbraio. I partiti devono presentare le liste trenta giorni prima del voto, il che vuol dire che il Pd dovrebbe aver sistemato tutto entro il 10-15 gennaio. Al netto di un'organizzazione decente Bersani dovrebbe convincere gli elettori a presentarsi al seggio entro l'Epifania o subito dopo. Improbabile.

Altra questione tutt'altro che secondaria: le regole. Chi può presentarsi? Qui il Pd rischia di organizzare delle primarie 'pilotate'. Per consentire a chiunque di candidarsi, gli aspiranti dovrebbero raccogliere delle firme a sostegno della propria candidatura, ma il tempo come abbiamo detto scarseggia. In caso contrario sarebbe la dirigenza a indicare i candidati fra cui scegliere, e a quel punto addio primarie 'libere' .

Un'altra proposta che arriva da Bologna è quella del cosiddetto Selection Day. Anche in questo caso nessuna autocandidatura, con l'elettore chiamato a scegliere tra una rosa di candidati del partito. Ma il vero paradosso della proposta è quella di renderle ancora più 'bloccate', in nome di uno strano concetto delle quote rosa. Secondo quanto riportato dal sito de La Repubblica, l'elettore dovrebbe esprimere necessariamente preferenze per un uomo e una donna. Qualora scegliesse due persone dello stesso sesso il suo voto non verrebbe conteggiato.

In ogni caso più si aspetta più le "parlamentarie" diventano un miraggio.

Commenti