Il personaggio della settimana: Nico Rosberg. Campione del Mondo 2016, 34 anni dopo il titolo del papà Keke [VIDEO]

di @ioriomarco m.iorio@ibtimes.com 28.11.2016 10:00 CET
Nico Rosberg festeggia la vittoria del Mondiale F1 2016
Nico Rosberg festeggia la vittoria del Mondiale F1 2016 REUTERS/Ahmed Jadallah

Impossibile non dedicare l'appuntamento del "Personaggio della settimana" al neo campione del Mondo di Formula1, Nico Rosberg. Il tedesco della Mercedes è arrivato secondo nell'ultimo GP della stagione ad Abu Dhabi alle spalle del compagno di squadra Lewis Hamilton ma conservando quei 5 punti di vantaggio che gli consentono di conquistare il suo primo titolo in carriera. L'impresa di Rosberg è stata di quelle più impegnative perché costretto a battere compagno di squadra e 3 volte Campione del Mondo, Lewis Hamilton, che in stagione ha vinto più volte (10 GP contro i 9 del tedesco) e che ha conquistato più pole ma raccogliendo meno punti del compagno di box. 

Una vittoria della normalità dicono in molti, in realtà è il successo dell'impegno, della progettazione e della costanza. Le qualità che il tedesco ha difeso per tutto l'anno che lo hanno reso l'anti Hamilton in tutto: da una parte l'uomo famiglia, dall'atra la super star inglese che calamita i flash dei fotografi in pista e fuori. 

Un successo che torna 34 anni dopo la vittoria del titolo mondiale di papà Keke Rosberg che nel 1982 riuscì ad avere la meglio contro campionissimi del calibro di Gilles,Pironi e di quelle Ferrari che sembravano imprendibili. Nico come Demon Hill insomma, gli unici due "figli di papà" in grado di replicare i successi dei loro predecessori e diventare a loro volta Campioni del Mondo.