Il successo di Windows Phone dipende da Microsoft? No, da Google

Google
Google sta testando un nuovo sistema di autenticazione per i suoi servizi Reuters

Il successo di Windows Phone dipende in gran parte da Google. No, non siamo impazziti: sappiamo bene che è Microsoft a occuparsi di Windows Phone e del futuro Windows 10. Il catalogo software di Google, però, è il principale motivo per cui l'ecosistema di Redmond è ancora lacunoso: mancano YouTube, Google Maps, Google+, Google Drive e Chrome, ad esempio; tante app che le persone sono abituate a usare su PC, ma che non troveranno né sui tablet Surface con Windows RT (ora in graduale disuso) né sugli smartphone Lumia.

L'importanza di avere le applicazioni di Google lo possiamo evincere dall'ultima indagine di Comscore, da cui sappiamo già che gli iPhone rimangono gli smartphone più venduti negli Stati Uniti. Nella stessa regione, ecco quali sono le cinque applicazioni che raggiungono il maggior numero di utenti mobile, in ordine decrescente: Facebook (71,2%), YouTube (56,4%), Google Search (52,2%), Google Play (51,4%), Facebook Messenger (51,4%). Escludendo Google Play, il negozio digitale di Android, YouTube non è disponibile su Windows Phone e bisogna fare affidamento sulle (ottime) applicazioni di terze parti, come MetroTube, MyTube o TubePro. Google Search è l'unica app della società ufficialmente disponibile sia per Windows Phone che per Windows 8.1: su Windows 8.1 offre una scorciatoia a Gmail, Google Drive, YouTube, Google+, Foto, News, Maps, Calendario e Traduttore; su Windows Phone, invece, offre solo la ricerca.

Applicazioni più usate smartphone Facebook è in cima alle 15 applicazioni più usate su smartphone secondo Comscore.  Comscore

Per sopperire all'assenza di YouTube, io personalmente uso MetroTube e ho completo accesso alle playlist del mio profilo Google, posso ascoltare la musica in background (anche a schermo bloccato) oppure precaricare i video preferiti: un'esperienza completa, ma è un nome di minor richiamo rispetto a YouTube.

LEGGI ANCHE

Nokia Lumia 920 senza eredi: come dovrebbe essere il perfetto top gamma Windows 10

Microsoft Lumia 435: Windows Phone 8.1 al suo massimo [RECENSIONE]

Nella Top 15 delle applicazioni più usate secondo Comscore, non troviamo né Chrome né Google Drive; ci sono in compenso Google Maps (44,1%), Gmail (42,9%) e Google+ (22,1%). Il social network dell'azienda di Mountain View sarà morente (verrà presto smembrato in diverse parti come Stream e Foto), ma rimane sufficientemente frequentato per cui la sua assenza può essere un problema per chi, su PC Windows, Linux o Mac, è abituato a usare i servizi di Google.

App Google su Windows Phone L'unica applicazione di Google ufficialmente disponibile per Windows Phone e Windows 8.1 è Google Search, valutata dagli utenti con 3,5/5.  IBTimes Italia

Per quanto riguarda Maps, l'alternativa più ovvia sono le mappe di Nokia, la suite Here che include Maps, Drive e Transit. Un software assolutamente impeccabile e che le ultime indiscrezioni vogliono in vendita: Microsoft potrebbe essere il candidato ideale per acquistare un altro pezzo di Nokia, dopo aver fatto propria la divisione di Lumia e Asha nel 2013. Su Windows 10, l'app Mappe userà sia quelle di Here che quelle di Bing.

Quanto abbiamo scritto non significa che chi ha un account Google non possa usarlo su Windows Phone: contatti, e-mail e calendario possono essere integrati con facilità semplicemente aggiungendo il proprio account e l'app Mail preinstallata è ottima per la scrittura e la gestione della posta elettronica. Per quanto riguarda Google Drive, la questione è spinosa quanto l'assenza di YouTube: le alternative di terze parti presenti sul Windows Store sono perlopiù scorciatoie per la versione da browser, che non riesce, per esperienza di uso e comodità, a stare al passo dell'app nativa. 

Manca inoltre il browser Chrome. Su Windows Phone esistono varie alternative a Internet Explorer (e il futuro Project Spartan): UC Browser, Opera Mini, Maxthon e Surfy sono solo alcuni dei browser di terze parti che si possono usare. L'impossibilità di sincronizzare le schede di Chrome su desktop da mobile è un'altra ragione per cui uno smartphone Windows Phone potrebbe essere una cattiva scelta per chi vuole tutto sincronizzato e non sfrutta granché l'ecosistema di Microsoft, un problema che, invece, non si pone su iPhone o iPad dove Google supporta pienamente il sistema operativo con le sue app.

Surface 2 Su Windows RT e Windows 8.1, l'app Google Search funge da tramite per le principali app: Gmail, YouTube, Google Drive, Google+, etc.  Microsoft

Il motivo è scontato: la diffusione di iOS ne fa un obiettivo commerciale fondamentale per Google, che paga ben volentieri centinaia di milioni di dollari per rimanere il motore di ricerca predefinito. Diversamente, il 3,5% di Windows Phone (negli Stati Uniti) non è sufficiente per "costringere" Big G a investire profondamente sul sistema operativo mobile di Microsoft. Windows 10 potrebbe obbligare Google a non mancare di supportare l'azienda guidata da Satya Nadella? Non è da escludere, ma il suo successo dovrà essere molto alto trasversalmente (PC, tablet e smartphone) affinché un grosso sviluppatore come Google possa essere convinto.