Inghilterra, parlamentari vorrebbero guadagnare di più. Ma non possono aumentarsi lo stipendio

di 11.01.2013 12:19 CET
House of Lords
La camera dei lord britannica. Reuters

Sembra che non solo i parlamentari italiani siano così attenti al proprio stipendio. Anche in Inghilterra, patria della democrazia occidentale, i parlamentari pensano di essere pagati troppo poco per il lavoro che fanno.

Un sondaggio anonimo condotto dall'Ipsa (Independent Parliamentary Standards Autorithy), un organo di controllo indipendente sulle spese del parlamento inglese, ha rivelato che ben il 69% dei deputati della Camera dei Comuni inglese pensa di essere sottopagato.

Secondo questi parlamentari, che attualmente guadagnano oltre 65mila sterline l'anno (circa 80mila euro), il proprio stipendio dovrebbe subire un aumento del 32% ed arrivare così a oltre 86mila sterline (104mila euro circa).

Un parallelo sondaggio condotto da YouGov, inoltre, ha rivelato che i più scontenti sono i deputati del partito conservatore. Quest'ultimi, infatti, pensano che il proprio stipendio si dovrebbe aggirare intorno alle 96mila sterline annue (116mila euro).

Allo stesso modo i liberaldemocratici vedono il proprio stipendio intorno alle 78mila sterline annue (94mila euro) e i laburisti intorno alle 77mila sterline annue (93 mila euro).

Fino ad oggi, tuttavia, il parlamento inglese si era distinto per la sua particolare correttezza. Nel 2011, infatti, la Camera dei Comuni votò contro l'aumento dello stipendio dei parlamentari dell'1% e l'anno scorso la stessa camera ha esteso il congelamento degli stipendi anche al 2013.

Il parlamento inglese, inoltre, ha perso, a partire dall'Ottobre dell'anno scorso, il potere di voto sugli stipendi e sulle pensioni dei deputati che è stato preso per l'appunto dall'Ipsa. Insomma, nonostante i sogni di ricchezza dei parlamentari inglesi siamo ben lontani dal pessimo esempio italiano.

Fonti: Bbc

Commenti