Instant poll, le prime analisi dei leader

  | 25.02.2013 15:41 CET
Elezioni 2013
Immagine d'archivio

Le urne sono chiuse e insieme ai primi instant poll arrivano anche le dichiarazioni di alcuni esponenti politici. Molti di loro aspettano di avere dei dati più certi prima di commentare. Il primo dei leader che si lascia andare a un commento è Beppe Grillo, che con un messaggio su twitter sostiene che "l'onestà andrà di moda". 

Arriva anche il primo commento del Pd: "Chiara indicazione per governo, finita era di destra". A parlare è anche Paolo Gentiloni: "Secondo i dati degli instant poll c'è grande soddisfazione ma si fanno gli scongiuri". Per Enrico Letta, vicesegretario dei democratici,  il centrosinistra si dovrà far carico di una responsabilità molto grossa. "Se questo fosse lo scenario temo che si cambia la legge elettorale e si va a votare immediatamente. I dati fanno emergere un Parlamento sostanzialmente ingovernabile", aggiunge Letta analizzando il dato che si prospetta con la Camera a maggioranza centra-sinistra e il Senato invece al Centro-Destra. 

Per il Polo di Monti, almeno secondo i primi dati, ci sarebbe un risultato al di sotto delle aspettative. "Bisogna aspettare per fare commenti. I dati sono da valutare e prematuri. Stiamo al centro della partita e attendiamo di capire quanto al centro di questa partita", così il portavoce nazionale di Scelta Civica, Lelio Alfonso, commenta i primi instant poll che vedono la coalizione montiana sotto alla soglia del 10% alla Camera. "Ci sono alcune valutazioni che ci danno queste indicazioni, altri dati sono diversi", aggiunge Alfonso. 

L'ex Governatore lombardo Formigoni lancia il suo primo pensiero tramite il suo profilo twitter: "Si è cominciato a contare i voti da mezzora, impazzano gli instant poll. Ma è troppo presto per i commenti". Esprime felicità l'ex Ministro dell'Economia Tremonti sui risultati che vengono attribuiti a Monti: ''Altro che maledizione! Ci avete regalato un sogno: Monti sotto il 10%! Grazie a tutti!''.

Sui primi dati interviene anche l'esponente di "Fratelli d'Italia" Giorgia Meloni, ospite dello speciale su La7: "Mi pare che ci sia la tendenza di un'affermazione del centrosinistra sul centrodestra. Il centrosinistra, però, è al suo zoccolo duro. Si conferma una difficoltà e sofferenza del centrodestra, che conoscevamo". 

Si affida a twitter anche Francesco Storace, leader de "La Destra": "Dai dati delle sezioni per il Senato mi sa che i sondaggisti toppano. In Parlamento torniamo noi ed esce un altro...", chiaro il suo riferimento alla probabile esclusione di Fini dal prossimo Parlamento. 

 

 

Altri articoli di IBT MEDIA

Commenti