La massoneria bussa al MoVimento 5 stelle. Ma trova chiuso

di 17.11.2012 10:18 CET
Grillo
Grillo Reuters

Prima Flavia Vento che vuole fare la portavoce di Grillo, poi l'ex gf Rocco Casalino pronto ad abbandonare i comodi salotti della tv pur di candidarsi con il MoVimento e adesso anche il massone Vincenzo Freni, che però ha trovato chiuso. Il medico lombardo nonché membro della loggia massonica Lythos ed ex maestro nella Gran loggia regolare d'Italia, si è proposto per correre  alle elezioni per il Pirellone. Ma il MoVimento ha risposto con un secco niet: niente massoni in casa 5 Stelle.

"Nessun massone si candiderà nelle liste del Movimento 5 Stelle, che da sempre è contro ogni tipo di società segreta. Per una volta i giornalisti sono riusciti a fare il loro lavoro e cioè scovare una notizia e aiutarci a fare quella pulizia necessaria prima di formare le liste dei nostri candidati"-fanno sapere dal MoVimento-.

Perché se è vero che può candidarsi ogni cittadino che sia incensurato, che non abbia sulle spalle due mandati in carica pubblica e che sia residente nel territorio interessato dalle elezioni, è altrettanto vero che gli attivisti non vedono bene gli esponenti di 'società segrete'.

 Poi, in una nota del MoVimento, viene sottolineata la trasparenza del modus operandi: " In quale partito i media possono fare la radiografia dei potenziali candidati prima che vengano messi in lista? Quanta corruzione avremmo evitato se i partiti avessero messo on line i nomi dei candidati prima di inserirli in lista?" Ma la scrematura è ancora più forte. Una volta stabilite le auto-candidature ritenute idonee a correre alle Regionali, verranno indette delle primarie online  dove potranno votare solo gli iscritti al portale del Movimento nazionale con data precedente al 30 settembre 2012.

 

LEGGI ANCHE:

"Punirò i poliziotti violenti. Ma Grillo sciacallo politico" 

Flavia Vento: "Grillo ha bisogno di me" 

Rocco Casalino: dal GF al MoVimento 5 Stelle

 

 

Commenti