La Procura di Siena contro Repubblica e Il Giornale

  | 31.01.2013 15:24 CET
Monte dei Paschi
E' caccia ai responsabili

I Pm di Siena contestano alcune notizie uscite oggi su La Repubblica e Il Giornale, in cui si sostiene che la Procura sta per mettere in atto un sequestro conservativo da un miliardo di euro. "Considerata l'infondatezza delle notizie circa le iniziative che questa Procura della Repubblica sarebbe in procinto di adottare con riferimento alle indagini relative alla banca, il procuratore rende noto che sta valutando l'apertura di un procedimento penale per insider trading ed aggiotaggio, trattandosi di società quotata presso un mercato regolamentato nazionale".

Questa mattina è stato convocato in Procura Ettore Gotti Tedeschi che per anni è stato il responsabile del Banco Santander in Italia. Gli inquirenti stanno cercando di capire come il valore di Antonveneta sia passato dai 6,6 miliardi pagati da quest'ultimo ai 9,3 pagati da Monte Paschi. A questa cifra va aggiunto anche il monte debiti di Antonveneta, pari a 7,9 miliardi, che si accollò la banca senese.

Da fine maggio 2008 a fine aprile 2009 Monte Paschi ha effettuato bonifici per oltre 17 miliardi che sono andati a finire in città come Amsterdam, Londra e Madrid. Nel primo partono alla volta della banca Abn Amro Bank, con sede ad Amsterdam, i primi 9 miliardi e 267 milioni. Nel secondo invece partono 2,5 miliardi in direzione del Banco Santander a Madrid. A quest'ultimo sono destinati altri quattro bonifici. Uno da un miliardo e mezzo, un altro da 67 milioni, uno da un miliardo e l'ultimo di 49 milioni. Gli ultimi due bonifici effettuati sono uno di 2,5 miliardi e un altro di 123,3 milioni, entrambi a favore di Abbey National Treasury Service Plc di Londra. Gli inquirenti starebbero lavorando molto su questi ultimi due perché in un secondo momento queste cifre sarebbero rientrate in Italia grazie allo scuso fiscale.

 

 

Commenti