La 'Scelta civica' di Monti: "Candidati della società civile. Criteri di scelta esigenti"

di 04.01.2013 20:21 CET
Il presidente del Consiglio, Mario Monti
Il presidente del Consiglio, Mario Monti. Reuters

Tre liste alla Camera: Udc e Fli con i loro candidati più 'Scelta Civica', simbolo presentato oggi in conferenza stampa, che rappresenta la lista Monti con 'candidati della società civile', non parlamentari. Lista unica al Senato 'Monti per l'Italia' per superare la soglia di sbarramento (otto per cento). 

Mario Monti ha scelto l'hotel Plaza di Roma per la presentazione. Quali saranno i candidati dI Scelta Civica? I criteri di scelta "saranno più esigenti rispetto a quelli attuali e riguarderanno condanne e processi in corso, conflitto di interesse, il codice deontologico antimafia, limiti legati all'attività parlamentare pregressa con un massimo di due deroghe per ciascuna lista, per quelle liste cui sono ammesse persone che hanno già svolto attività parlamentare".

Monti ha lanciato anche il sito www.sceltacivica.it. Anche il Professore dovrà raccogliere le 30mila firme per la presentazione delle liste, previste dal decreto emanato lo scorso 28 dicembre. Sul sito verranno comunicate date e luoghi per poter firmare.

In prima serata è stato ospite di Lilli Gruber a Otto e Mezzo: "Mi rendo conto che la mia natura sta mutando ma si è posta una questione morale, non mi andava di lasciare campo a una situazione polarizzata su posizioni un po' populiste e antieuropee e che danno più peso a interessi breve periodo"

"La lista civica alla camera non sarà assolutamente una 'good company' a fronte di una 'bad company' rappresentata dalle liste di Udc e Fli. Silenziare le ali estreme della sinistra? Questo verbo l'ho preso dal blog di Stefano Fassina, che lo riferiva al grillismo. Ho grande rispetto sia del Pd che del Pdl, sia di Bersani che di Berlusconi, dico la mia e poi la battaglia delle idee è benvenuta. Voglio misurarmi con gli italiani, vedere se sono reattivi verso questo progetto".

Commenti