La Turchia ha abbattuto un aereo da guerra russo al confine con la Siria

di 24.11.2015 10:37 CET
Russia Siria
Le immagini dell'abbattimento del jet russo REUTERS/Reuters TV/Haberturk

AGGIORNAMENTO 15.06: Un'agenzia di stampa turca, la Dogan, afferma che comandanti della Turchia hanno detto che le loro forze hanno sparato a entrambi i piloti dopo essersi paracadutati fuori il jet e sarebbero in possesso dei loro corpi. Al momento la notizia ancora deve essere confermata. 

AGGIORNAMENTO 14.48: Il primo ministro turco Ahmet Davutoglu ha detto che è dovere della Turchia difendere il proprio territorio.

AGGIORNAMENTO 14.00: Vladimir Putin fa sapere che l'abbattimento del jet russo avrà conseguenze negative sulle relazioni tra Mosca e Ankara. Durante il meeting a Sochi con il re giordano Abdullah II ha detto: 

Questo evento va al di là del normale quadro alla lotta contro il terrorismo. Naturalmente il nostro esercito sta facendo un lavoro eroico contro il terrorismo ... Ma la perdita di oggi è una pugnalata alla schiena, svolto dai complici dei terroristi. Non riesco a descriverlo in altro modo. Il nostro aereo è stato abbattuto sul territorio della Siria, utilizzando un missile aria-aria da un jet turco F-16. È caduto sul territorio siriano a 4 km dalla Turchia. Né i nostri piloti, né il nostro jet hanno minacciato il territorio della Turchia. Questo è ovvio. Stanno combattendo i terroristi nelle zone settentrionali intorno alla Latakia, dove si trovano i militanti, soprattutto persone di origine russa, e stanno facendo il loro dovere per assicurarsi che queste persone non facciano ritorno in Russia. Queste persone sono chiaramente terroristi internazionali. Tenendo conto del fatto che abbiamo firmato un accordo con gli Stati Uniti per prevenire la conflittualità e come sappiamo la Turchia era tra quelli che ha aderito alla coalizione degli Stati Uniti. Dal momento che l'Isis ha tali ingenti risorse di centinaia di milioni e miliardi di dollari provenienti dalle vendite illecite di petrolio, e sono protetti dalle forze armate di altri Stati, allora è chiaro il motivo per cui sono così sfacciati, perché stanno uccidendo la gente, perché stanno realizzando attacchi terroristici in tutto il mondo, tra cui, nel cuore dell'Europa. Analizzeremo tutto, e l'evento tragico di oggi avrà conseguenze significative, anche per le relazioni Russia-Turchia. Abbiamo sempre trattato la Turchia come uno stato amico. Io non so chi era interessato a quello che è successo oggi, non certo noi. E invece di entrare subito in contatto con noi, per quanto ne sappiamo, la parte turca si è rivolta immediatamente ai loro partner della NATO per discutere di questo incidente, come se noi avessimo abbattuto il loro aereo e non viceversa.

AGGIORNAMENTO 12.30: Secondo il sito Terrormonitor.org, che segue le vicende dellaguerra civile siriana, la Turchia ha pubblicato una mappa che mostrerebbe che l'aereo russo avrebbe sorvolato una striscia di territorio turco, provocandone l'abbattimento. L'aereo è poi precipitato in Siria, in un'area sotto il controllo dei ribelli turkmeni alleati della Turchia.

Gli stessi turkmeni hanno rilasciato video e immagini di quello che sembrerebbe il cadavere di uno dei piloti russi. Avvisiamo i lettori che le immagini sono piuttosto crude.

 

Storia originale

Un aereo da guerra russo si è schiantato in Siria nei pressi del confine turco nella mattinata del 24 novembre secondo quanto riportato dai media locali. L'aeroplano è caduto nei pressi della montagna Jabal Al Akrad nella regione di Latakia, sul confine tra Siria e Turchia, a ridosso del Mediterrano. Nell'area le forze siriane stanno conducendo con l'appoggio aereo russo un'offensiva di terra contro i ribelli turkmeni. 

Sia il Ministero della Difesa russo che la presidenza turca affermano che il velivolo era un SU-24 dell'aviazione russa. Secondo i russi il jet si trovava al di fuori dello spazio aereo della Turchia ed afferma di averne le prove. L'ordine di abbattere l'aereo sarebbe arrivato dal primo ministro della Turchia Ahmet Davutoglu, dopo che, secondo i turchi, l'aereo avrebbe ignorato dieci avvertimenti in cinque minuti. Lo stesso premier ha chiesto al ministero degli Esteri di avviare discussioni sulla vicenda alla NATO, all'ONU e con i Paesi interessati.

I due piloti del velivolo si sono paracadutati e degli elicotteri russi sono stati visti nell'area, probabilmente alla ricerca dei due uomini. Uno di essi sarebbe stato catturato da forze turkmene alleate della Turchia.

Fonti della sicurezza turca hanno detto alla CNN che il SU-24 aveva violato lo spazio aereo turco e che è stato abbattuto dai caccia F16 della Turchia dopo essere stato avvertito dello sconfinamento.

Si tratta del primo incidente di questo tipo fra Russia e Turchia, che già in passato si erano scambiati minacce sulla questione degli sconfinamenti: da settembre, infatti, i velivoli russi hanno iniziato a bombardare postazioni sia dello Stato Islamico che, soprattutto, dei ribelli che si oppongono al presidente siriano Bashar al-Assad.

A ottobre dei caccia F16 avevano intercettato un velivolo russo che, secondo i turchi, aveva sconfinato in Turchia: il governo di Ankara aveva protestato con l'ambasciatore russo.

Nel marzo 2014 l'aviazione turca aveva abbattuto un jet siriano che aveva sconfinato, almeno secondo le autorità turche: durante una manifestazione elettorale l'allora primo ministro Recep Tayyip Erdogan, oggi presidente della Turchia, aveva minacciato ritorsioni contro chiunque avesse provato a violare i cieli della Turchia.

Storia in aggiornamento...