Legge Stabilità: un emendamento salva le pensioni d’oro

  | 17.12.2012 10:22 CET
Senato in foto di archivio
foto di archivio

La dieta si comincia sempre di lunedì, ma non è il caso delle pensioni d'oro della Pubblica Amministrazione.

Oggi l'incontro tra il ministro dell'Economia Grilli e i relatori per portare a termine i lavori sulla Legge di Stabilità. Sarà l'ultimo atto di questo governo tecnico e l'ultima azione concreta che anche il centrodestra ha deciso di appoggiare. Dopodiché si procederà allo scioglimento delle Camere e alla corsa al voto. Entro venerdì dunque il decreto legge dovrà essere approvato, ma ecco che spunta un emendamento a firma dalla senatrice del Pdl Cinzia Bonfrisco:  L'emendamento prevede che "ai fini previdenziali" i paletti fissati dal governo Monti con il dl Salva Italia operino solo con "riferimento alle anzianità contributive maturate" successivamente al provvedimento.

Insomma, bene dimagrire ma soltanto da domani e soltanto per i nuovi arrivati. La piccola ma essenziale modifica al dl prevede che "I soggetti interessati siano tutti coloro che hanno maturato i requisiti al 22 dicembre 2011 (salvando così la quasi totalità delle pensioni, ndr) purché non siano titolari di un'altra pensione e non risultino percettori di un trattamento economico imponibile superiore al limite stabilito" dal dl Salva Italia e "continuino a svolgere al momento dell'accesso al pensionamento le stesse funzioni che svolgevano alla predetta data".

 

 

Commenti