LONDRA 2012. Atleti marocchini autorizzati a non rispettare il Ramadan durante le olimpiadi

di 23.07.2012 21:48 CEST
Tower Bridge di Londra per le Olimpiadi 2012
Londra, Olimpiadi 2012 Reuters

 

Sport e religione: a volte non si sposano in maniera perfetta. E proprio per questa ragione che i funzionari del Dipartimento degli Affari islamici hanno deciso di autorizzare i 72 atleti marocchini che parteciperanno alle Olimpiadi di Londra a non osservare il Ramadan durante i Giochi a condizione di recuperare i giorni di digiuno dopo la fine del mese sacro. Il Ramadan e' iniziato venerdi' e dura tra i 29 e i 30 giorni. Durante questo periodo, i musulmani non possono mangiare, bere o fumare o avere rapporti sessuali dall'alba al tramonto. Ma la religione, secondo la tradizione, permette la violazione di digiuno, quando necessario, in caso di malattia, viaggio o la difesa della bandiera come avviene in guerra ma anche nello sport. 

 

 

LEGGI ANCHE: LONDRA 2012. Italia nona con 27 medaglie, Usa in testa: le previsioni pre-olimpiche LONDRA 2012. Parte la spedizione azzurra. Petrucci: "Voglio 25 medaglie" 

 

Commenti