"Lunga vita ai diesel", secondo il CEO di Jaguar Land Rover non moriranno

Jaguar I-PACE
Jaguar I-PACE REUTERS/Arnd Wiegmann

I diesel sono brutti sporchi e cattivi. Ormai la reputazione del diesel dopo il Dieselgate è ai minimi storici anche in Europa, dove questo tipo di motori è sempre stato molto apprezzato. Le normative stanno rendendo la produzione dei diesel sempre meno conveniente soprattutto nella fascia bassa del mercato. Sviluppare diesel "puliti" costa molto e, specie dove i margini sono ridotti, per gli automaker non c'è ritorno un vero e proprio economico.

Tuttavia non tutti sembrano pensarla così. Il CEO di Jaguar Land RoverRalf Speth, nel corso di una recente intervista rilasciata ai colleghi di Autocar ha difeso con veemenza i propulsori diesel. Speth è convinto che i veicoli diesel sono di cruciale importanza per l'industria e, nelle ultime evoluzioni, sono in grado di ottemperare alle normative in tema di inquinamento atmosferico.

Jaguar I-Pace Jaguar I-Pace  IBTimes Regno Unito

“I diesel di ultima generazione rappresentano un grosso passo in avanti in termini di emissioni, prestazioni e particolato; per l'ambiente sono migliori rispetto a qualsiasi propulsore equivalente a benzina. Il Diesel deve avere un futuro".

LEGGI ANCHE: Volkswagen vuole lo scalpo di Tesla

L'amministratore delegato di JLR ritiene che le industrie dei veicoli commerciali, autobus, camion e taxi hanno bisogno di intensificare la transizione verso i motori diesel più puliti, invece di fare affidamento unicamente sul settore automobilistico per incrementare i progressi tecnologici. Il CEO della casa inglese è comunque convinto che i motori ibridi ed elettrici si svilupperanno parallelamente e coesisteranno con i diesel. Insomma, secondo Ralf Speth i diesel non si spegneranno nel 2020. 

I diesel moriranno?

Difficile stabilire se i diesel moriranno. Sicuramente le normative in tema di inquinamento atmosferico renderanno sempre più complesso lo sviluppo dei diesel "puliti". Siamo certi che i diesel scompariranno dalla fascia bassa del mercato dove lasceranno il posto a motori elettrici ed ibridi. I diesel potrebbero quindi diventare quasi esclusivo appannaggio della fascia medio-alta del mercato.

La nuova Volvo XC60 La nuova Volvo XC60  Volvo

Anche lo stesso Marchionne ha dichiarato che la prossima generazione di Fiat 500 molto probabilmente sarà ibrida. Dello stesso avviso anche Renault che aveva annunciato che sviluppare diesel per auto low-cost è diventato oltremodo anti-economico. Dello stesso avviso anche l'amministratore delegato di Volvo Håkan Samuelsson secondo il quale dopo il 2020, i motori diesel potrebbero diventare obsoleti

La "morte" del diesel è uno scenario ipotizzato da molti stakeholder. Molto probabilmente questi propulsori continueranno ad essere presenti nei segmenti premium del mercato dove i margini sono più alti.

LEGGI ANCHE: Karma Revero: un ritorno al passato