L’Unione Europea critica la riforma Fornero

di 23.01.2013 18:52 CET
Fornero
Il ministro del lavoro Elsa Fornero Reuters

Arriva una parziale bocciatura dalla Commissione Europea sulla riforma del lavoro di Elsa Fornero. In particolare l'Ue considera negativamente la parte che legifera sui lavoratori a termine, comunemente detti precari, perchè non sanerebbe una 'violazione pregressa' dei loro diritti sindacali.

In sostanza secondo l'Unione Europea i lavoratori a termine sono discriminati perchè non considerati nel calcolo complessivo dei dipendenti di un'azienda ai fini della creazione di una rappresentanza sindacale.

Lo apprende l'Agi da un documento interno della Commissione e da una fonte dell'Esecutivo Ue. "Per questa ragione - scrive l'agenzia - domani Bruxelles annuncerà l'invio di un parere motivato contro l'Italia per la non corretta applicazione della direttiva Ue del 1999 che regola i diritti dei lavoratori a termine".

Commenti