Manifestazioni anti Usa, Medioriente e Nord Africa in fiamme: è l'autunno arabo

  | 14.09.2012 12:49 CEST
Afghanistan
Manifestanti bruciano una bandiera americana nella provincia di Helmand.

Mentre continuano le proteste antiamericane in Egitto e Yemen contro le ambasciate Usa al Cairo e Sanaa, il sentimento antioccidentale dilaga anche in altri paesi africani e mediorientali.

A Khartoum, Sudan, l'ambasciata tedesca e inglese sono state prese d'assalto da un gruppo di manifestanti islamici, appicando il fuoco in numerosi punti. Nell'ambasciata tedesca i manifestanti sono riusciti a togliere la bandiera teutonica e sostituirla con quella islamica. Secondo il ministro degli Esteri di Berlino, tuttavia, il personale diplomatico presente in ambasciata sarebbe al sicuro.

I manifestanti inferociti si sono successivamente diretti verso l'ambasciata americana riuscendo ad entrare all'interno dell'edificio forzando le misure di sicurezza.

Allo stesso modo, a Tripoli, in Libano, un ristorante KFC è stato dato alle fiamme durante una manifestazione antiamericana. Circa un migliaio di manifestanti, infatti, hanno iniziato una marcia partita dalla moschea Al-Mansouri urlando slogan contro gli Usa e papa Benedetto XVI (in questi giorni in visita proprio in Libano). La manifestazione ha provocato degli scontri con la polizia che hanno causato un morto e 25 feriti.

Le proteste antiamericane si sono poi diffuse nel resto del mondo. A Tunisi, in Tunisia, i manifestanti islamici hanno dato fuoco ad una scuola americana, l'American Cooperative School of Tunis. Gli scontri con la polizia, inoltre, hanno provocato 5 feriti.

A Mandras, nel sud-est dell'India, una manifestazione contro gli Stati Uniti ha provocato 86 arresti mentre a Gaza folti gruppi di palestinesi hanno iniziato a bruciare le bandiere americane gridando: "Morte all'America, morte ad Israele".

Nel frattempo si segnalano scontri anche al di fuori di una moschea nella città di Jos, in Nigeria, dove le truppe hanno sparato alcuni colpi in aria per disperdere i manifestanti.

Anche a Londra, centinaia di manifestanti si sono radunati intorno all'ambasciata americana.

Fonti: RT, Daily Star, Al Jazeera

Commenti