Manipolare un video in tempo reale: come controllare la faccia di chiunque (su uno schermo)

Face2Face
Dimostrazione di Face2Face, la tecnologia per manipolare video in tempo reale Max Planck Institute for Informatics/University of Erlangen-Nuremberg/Stanford University/YouTube screenshot

Vi piacerebbe controllare le espressioni facciali di chiunque, anche un famoso politico o la più grande stella di Hollywood? Adesso esiste la tecnologia per farlo, con una manipolazione in tempo reale che, a giudicare dal video allegato all'articolo, è assolutamente impressionante per la sua qualità.

"Il nostro obiettivo è quello di animare le espressioni facciali di un video grazie ad un attore ottenendo un filmato manipolato che risulti realistico", spiegano i responsabili di Face2Face, un progetto congiunto tra la Stanford University, l'università di Erlangen-Nuremberg ed il Max Planck Institute for Informatics.

Il risultato, come detto, è impressionante: le dimostrazioni che si possono vedere nel filmato sono state effettuate con George W. Bush, Barack Obama, Vladimir Putin e Donald Trump (non che quest'ultimo abbia bisogno d'aiuto per prodursi in smorfie di ogni tipo). Le espressioni del loro volto vengono manipolate in tempo reale da un attore che si trova davanti ad una comune webcam anche se nel filmato originale non muovono un sopracciglio. Perché l'illusione sia reale sarebbe necessaria anche la voce, ma il mondo è pieno di bravi imitatori: neanche quello sarà un problema.

La manipolazione è resa possibile da quello che gli scienziati coinvolti definiscono "un trasferimento di deformazione veloce ed efficiente tra la fonte e l'obiettivo". Il sistema cattura l'espressione dell'attore e la trasferisce istantaneamente al filmato, sovraimponendo la forma della bocca che più si adatta a quella assunta dalla fonte. L'illusione è assolutamente perfetta.

La tecnologia Face2Face sarà presentata ad una conferenza dell'Institute of Electrical and Electronics Engineers (IEEE) che si terrà a giugno: anche se al momento si tratta soltanto di un sistema sperimentale, non è escluso che presto il software possa essere commercializzato. Il che aprirebbe scenari inquietanti: al di là di quelli che saranno gli inevitabili scherzi, quanto ci vorrà prima che qualcuno manipoli un video per diffondere qualche bufala clamorosa e potenzialmente dannosa?

LEGGI ANCHE:

Google non vuole più i robot umanoidi di Boston Dynamics [VIDEO]

Quante ragazze ci sono in questa foto? Risposta alla domanda che divide il web