Manipolazione Tassi: UBS, indagini anche per le manipolazioni sul tasso di Hong Kong

di 20.12.2012 8:33 CET
UBS
UBS, Unione Banche Svizzere è una delle principali banche elvetiche Reuters

A quanto pare, solo il Libor non bastava. UBS è sotto indagine anche in estremo Oriente dove viene accusata dagli organi di vigilanza di Hong Kong su una possibile manipolazione del tasso di interesse benchmark per l'area geografica del sud-est asiatico, l' HIBOR (Hong Kong Interbank Offered Rate). UBS, già coinvolta nello scandalo Libor, ha dovuto pagare una multa di ben 1,5 miliardi di dollari, il che costringe il gruppo di Sergio Ermotti a chiudere i bilanci con un passivo che si aggira intorno ai 2 miliardi di dollari.

Gli organi di vigilanza di Hong Kong (HKMA) stanno quindi indagando sull'operato di UBS a proposito dei tassi di interesse. Le ricerche sul fatto sono ancora in corso, ma si starebbe già indagando sugli effetti reali di questa manipolazione da parte di UBS.

Un portavoce della banca svizzera con sede a Hong Kong, Mark Panday, afferma in un comunicato che la banca è in contatto con gli organi di vigilanza per risolvere la questione dell'HIBOR.

Un'altra accusa che potrebbe avere effetti devastanti in caso essa sia fondata e successivamente dimostrata. Un'altra multa per UBS non significherebbe soltanto un danno enorme sui bilanci del gruppo, ma mina l'autorevolezza e la reputazione di un gruppo bancario storico a livello mondiale.   

Fonte: Bloomberg 

Commenti