Marocco: associazioni nord Italia soddisfatte del rientro nell’Unione Africana

di 08.02.2017 20:33 CET
Accordi bilaterali Tunisia-Marocco
Mohammed V re del Marocco, in visita a Tunisi per firmare degli accordi bilaterali tra i due paesi, stringe la mano al presidente della Tunisia Moncef Marzouk Reuters

Le associazioni delle comunità marocchine del nord Italia esprimono la propria soddisfazione per il recente rientro ufficiale del Marocco all'interno dell'Unione Africana. “La quasi unanimità dei Paesi africani, chiamati al 38 esimo vertice dei capi di stato e di governo dell'Unione Africana, tenutosi ad Addis Abeba, si è espressa a favore del reintegro del Regno del Marocco all'interno dell'unione – si legge. In prospettiva, questo passo segna una svolta verso una maggiore coesione tra i Paesi del continente africano, di cui rafforzerà la compattezza politica e il peso all'interno della comunità internazionale”.

Le associazioni sottolineano che il rientro nell'Unione Africana permetterà al Marocco “di giocare il suo ruolo naturale all'interno dell'organizzazione", ed è il risultato di un approccio ben studiato, come ha sottolineato re Mohammed VI nel suo discorso in occasione del vertice: "Con il ritorno del Marocco l'Africa aumenterà la propria autorevolezza", ribadendo che questa decisione "rappresenta una spinta forte" che i paesi africani non dovrebbero mancare di sfruttare per rafforzare la propria coesione e solidarietà reciproca, e che "l'Africa deve prendere il proprio destino tra le sue mani".

Il presidente del parlamento panafricano, Roger Nkodo Dang, ha annunciato ad Addis Abeba il suo sostegno al ritorno del Marocco nell'UA, affermando che "questo ritorno può portare valore all'azione dell'organizzazione continentale, (...) per trovare soluzioni africane ai problemi africani". Il documento vede tra i firmatari Abdallah Khezraji, organizzatore del Festival italo-marocchino del Veneto; Zouhair El Youbi, Associazione Convergence; Samira Chabib, Organizzazione SaaDia, Abdelkarim El Mardadi, Associazione Dialogo; Alleanze dei Marocchi in Italia (AMRI); Daouia Bahaddou, Associazione Cactus; Taoufiq Boukadid, Centro culturale islamico AL Farouq;
Noura Amzil Associazione "I Ponti" A.P.S; Abdelaziz El Hiba, Associazione Maghreb; Said Nafty, Associazione Marocco Integrazione; Aumar Saiad, Associazione Insieme per il Sahara; Mohamed El korchi, Associazione stella; Lhoussaine Ait Alla, Associazione SIMSP.