Maturità 2013, ecco le materie

  | 28.01.2013 15:09 CET
Il digitale entra nelle scuole: procedure informatiche per la maturità 2013
Immagine d'archivio

Detto fatto. La digitalizzazione entra nelle scuole: per la prima volta il decreto relativo alle materie di esame per la maturità del 2013 è stato protocollato con procedure informatiche, e non cartacee.

Come lo scorso anno, sono state presentate online le domande di partecipazione agli esami come presidenti di commissione e commissari. Prima e seconda prova si svolgeranno il 19 e 20 giugno, e saranno ammessi solo gli studenti con la sufficienza in tutte le materie.

Riguardo le materie, per i ragazzi del liceo classico, è prevista la versione di latino, per quelli dello scientifico, il compito di matematica e per il linguistico la lingua straniera. Per gli istituti tecnici e professionali, la scelta si è orientata verso materie di tipo tecnico-pratico-laboratoriale.

Le altre materie per il secondo scritto sono pedagogia al Liceo pedagogico; disegno geometrico, prospettiva e architettura al Liceo artistico; economia aziendale alla Ragioneria; tecnologia delle costruzioni al Geometra; alimenti e alimentazione all'Istituto professionale per i servizi alberghieri della ristorazione.

Il decreto individua le materie affidate ai membri esterni con il criterio della rotazione delle discipline. Nella nota si legge "si è dato particolare rilievo agli insegnamenti di matematica e di lingua straniera". Negli istituti tecnici e professionali, per la prima volta, la lingua straniera è stata affidata ai commissari esterni.

Sempre in campo linguistico, quest'anno le scuole coinvolte nel progetto Esabac, che rilascia il doppio diploma italiano e francese, hanno raggiunto la quota 50, 10 in più rispetto all'anno scorso.

Commenti