Monti, Fini e Casini: "Il trio sciagura"

  | 05.01.2013 12:36 CET
Silvio Berlusconi
Affidamento ai servizi sociali

Berlusconi ha una parola buona per tutti. I Centristi di "Con Monti per l'Italia" si sono guadagnato l'appellativo di trio sciagura. Il Cav pigia e ripigia come un aratro lo stesso terreno. la sua campagna elettorale è fatta di frecciate e aspre critiche per chiunque. Come a dire che in amore e in politica tutto è concesso.

Parole dure -come sempre- nei riguardi di Gianfranco Fini: " Ha una rappresentanza ininfluente, ora, alla Camera e si avvia ad avere l'1%. Non riesco a capire cosa abbia spinto Fini ad andarsene. Non l'abbiamo cacciato dal Pdl, questo non lo può dire nessuno, non c'è mai stato da parte nostra un solo atto che andasse in questa direzione".

Poi torna sul tasto dolente Monti, sul rifiuto della mano testa dal Cav affinché il prof si facesse guida del centrodestra e dichiara di "aver proposto a Monti di fare il federatore dei moderati, ma poi non sarebbe stato necessariamente il primo ministro. Non so perché Monti non ha accettato la mia proposta, non mi ha detto nulla e non mi ha fatto una telefonata".  

Ancora in ballo invece la trattativa con la Lega, dalla quale Berlusconi spera di avere "un esito positivo".

 

LEGGI ANCHE:

Monti sotto assedio su twitter 

Commenti