Monti: "Stiamo pensando alla patrimoniale". Ma poi si smentisce

  | 12.11.2012 10:47 CET
Il presidente del Consiglio, Mario Monti
Il presidente del Consiglio, Mario Monti.

È un Mario Monti a tutto campo quello che interviene al forum organizzato dal Financial Times a Milano. Il primo ministro italiano, infatti, ha affrontato gli argomenti più disparati: dalla patrimoniale alla possibile ricandidatura.

Monti ha confermato che il governo sta pensando alla possibilità di una patrimoniale "generalizzata". "Non sono contrario a una tassa patrimoniale" ha dichiarato il premier "ma dipenderà da come funzionerà e da come sarà utilizzata: come strumento fiscale o come misura una tantum da parte di governi che vogliono dare un taglio al passato".

Monti ha poi parlato della storia travagliata del proprio governo e del suo rapporto con l'Europa. "In alcuni giorni abbiamo avuto difficoltà, anche al punto di arrivare a una crisi di questo governo" ha spiegato il primo ministro specificando che sono stati gli euroscettici che siedono in Parlamento a far traballare pericolosamente il governo.

Una caduta di questo governo, tuttavia, "avrebbe significato abbandonare il Fiscal compact, aumentare il deficit e il debito" mettendo a rischio il paese. "Sono stato anche accusato di essere un servo sottomesso della cancelliera Merkel" ha scherzato poi Monti.

Infine una risposta al tema che forse è di maggiore interesse per l'opinione pubblica e i partiti: "le piacerebbe rimanere a capo del governo?". La risposta è stata seccamente negativa.

Poco dopo l'intervento del capo del governo a Milano, tuttavia, è arrivata una nota di Palazzo Chigi che ha parzialmente smentito le parole di Monti sulle intenzioni del governo di voler realizzare una patrimoniale.

"Il Presidente del Consiglio Mario Monti, intervenendo alla conferenza del Financial Times 'new routes for growth', non ha affatto annunciato un intervento di tassazione sui patrimoni" si legge sulla nota del Governo.

Nella nota si specifica che il primo ministro ha unicamente chiarito le decisioni già adottate (che, secondo il Governo, avrebbero avuto un "risultato effettivo in qualche modo paragonabile" a quello di una patrimoniale) e non già dichiarato la volontà di creare una "premessa di futuri interventi".

Fonti: SkyTg24, Governo Italiano

Commenti