"Napolitano deludente: fa il maestrino e tace sui disastri di Monti"

  | 01.01.2013 14:08 CET
Giorgio Napolitano
Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano

Ruolo centrale dell'Italia in Europa, lotta conto la disoccupazione, urgente necessità di una riforma elettorale e un endorsement in favore di Monti che non è piaciuto a tutti. Anzi. Il discorso di fine anno di Giorgio Napolitano suscita applausi ma anche fischi, metaforicamente parlando. Idv e Lega i primi a scagliarsi contro le parole del Presidente della Repubblica.

"Il discorso del presidente Napolitano quest'anno è stato più vuoto che mai, senza anima, senza cuore e senza alcuna assunzione di responsabilità, anzi con un improprio auto elogio finale. Un compitino fatto di parole vuote e di circostanza". Sferzante il commento di Antonio Di Pietro,che sulla legge elettorale si infervora particolarmente: "Il presidente si è rammaricato della mancanza di una nuova legge elettorale. Ma perchè non ha fatto il suo dovere mettendo il Parlamento di fronte alle sue responsabilità? Per dare così una risposta a quel milione e duecentomila cittadini che hanno firmato per ripristinare una legge elettorale che avrebbe permesso loro di scegliere chi mandare in Parlamento e chi mandare a casa".

Altro nodo la questione Monti. Napolitano accenna a mala pena il tasto della 'salita in politica' del premier tecnico, quanto basta per scaldare gli animi e creare dissapori dal retrogusto di imparzialità tra le parti politiche. " Monti ha compiuto una libera scelta di iniziativa programmatica e di impegno politico -ha detto ieri il Capo dello Stato-. Egli non poteva candidarsi al Parlamento, facendone già parte come senatore a vita. Poteva, e l'ha fatto, non è il primo caso nella nostra storia recente, patrocinare, dopo aver presieduto un governo tecnico, una nuova entità politico-elettorale, che prenderà parte alla competizione al pari degli altri schieramenti. D'altronde non c'è nel nostro ordinamento costituzionale l'elezione diretta del primo ministro, del capo del governo".

Il Carroccio non ci vede più: "Napolitano deludente: fa il maestrino, tace sui disastri di Monti, non dice una parola per gli imprenditori del Nord uccisi dalla crisi" twitta Maroni. Parole dure anche da Calderoli: "sconcertato e sdegnato per l'inverecondo e incredibile spot elettorale a vantaggio di Monti: che brutta conclusione di un settennato". 

 

LEGGI ANCHE:

Napolitano, il discorso di fine anno e la protesta sul web: 'spegnete la Tv' 

Sondaggi: Berlusconi oltre il 21%, M5S al 14% 

Commenti