NASA fotografa le "cascate del Niagara" su Marte

marte cascate lava
Gli imponenti flussi di lava che anticamente fluivano su Marte, soprannominati dalla NASA "le cascate del Niagara di Marte" NASA/JPL-Caltech/Univ. of Arizona

Nelle scorse ore la NASA ha pubblicato una splendida immagine di quelle che ha definito "le cascate del Niagara di Marte": a differenza dello straordinario spettacolo naturale al confine tra Stati Uniti e Canada, in questo caso non stiamo però parlando di una gigantesca mole d'acqua che precipita nel vuoto, bensì di quella che sul Pianeta Rosso anticamente era un enorme flusso di lava che doveva apparire del tutto simile ad una "vera" cascata d'acqua.

Adesso l'effetto è certamente molto più "statico" ma, secondo quanto spiegato dall'agenzia spaziale statunitense, questa foto mostra "uno dei tanti esempi provenienti da Marte nei quali la lava, quando era fusa, si comportava in modo simile all'acqua allo stato liquido".

LEGGI ANCHE: L'aereo supersonico "silenzioso" della NASA è un passo più vicino [VIDEO]

Il Mars Reconnaissance Orbiter (MRO), una sonda NASA che orbita intorno a Marte dal 2006, ha acquisito un'immagine tridimensionale dell'estremità nord di un cratere con un diametro di 30 chilometri sito nella zona dei Tharsis Montes, tre enormi vulcani posti in prossimità dell'equatore del Pianeta Rosso.

L'immagine mostra come tre imponenti flussi di lava fluissero da nord-est e creassero delle spettacolari cascate di lava a più livelli: si tratta delle aree dall'aspetto più irregolare nella foto, mentre le caratteristiche del terreno precedenti al momento nel quale il flusso di lava ha fatto crollare il bordo del cratere appaiono più lisce e regolari.

La navicella MRO è stata lanciata nell'agosto del 2005 ed è entrata nell'orbita di Marte nel marzo del 2006: si avvia quindi verso la conclusione del 12° anno di missione. A bordo si trovano strumenti di varo tipo come fotocamere, spettrometri e radar, utilizzati per analizzare il terreno, la stratigrafia, i minerali ed il ghiaccio del Pianeta Rosso.

ORA GUARDA: "I calcoli di Hawking sull'origine dell'universo sono sbagliati", sostiene un amico dello scienziato