Nintendo Switch già hackerata grazie al browser nascosto

di @PatosNokia m.serra@ibtimes.com 13.03.2017 13:19 CET
Nintendo Switch-2
Nintendo Switch con Mario Kart 8 Deluxe in esecuzione IBTIMES ITALIA/Massimiliano Di Marco

Nintendo Switch, la nuova console di casa Nintendo ha avuto un buon esordio di vendite ma non mancano i problemi: ce ne sono diversi che gli utenti hanno riscontrato già al lancio. Schermate blu che segnalano la “morte” del dispositivo, Joy Con che non si connettono alla console già durante la prima configurazione e pixel morti sullo schermo. Problemi che minano l'esperienza di gioco ma soprattutto per molti di questi Nintendo non ha ancora una soluzione ufficiale.

SEGUICI SU FACEBOOK 

In tutto questo però sembra esserci una nota positiva, per gli utenti sia chiaro: Nintendo Switch è stata violata. Il browser internet che Tatsumi Kimishima dichiarò di non esserci sulla Nintendo Switch in realtà c'è ed è pieno di falle. L'applicazione, bloccata tramite DNS hardcoded, può essere utlizzata per navigare sui social network accedendo alle impostazioni di sistema e facendo click sulla voce "link" sotto il proprio profilo social. È possibile ripristinare del tutto il browser tramite le applicazioni DNSwitch e DNSwitch4All e, per quanto sia lento e poco utilizzabile, ha permesso agli hacker di trovare un punto debole nel sistema che condivide alcuni elementi con il kernel di FreeBSD.

LEGGI ANCHE: Nintendo Switch disponibile: caratteristiche tecniche, tutti i video, giochi al lancio e in sviluppo

L'autore dell'hack è l'italiano Luca Todesco, conosciuto con il nome di qwertyoruiop e famoso all'interno della community del jailbreak per i suoi interessi verso iPhone e iOS. E proprio grazie a queste conoscenze Todesco ha violato la console pubblicando come dimostrazione una foto sul suo account Twitter. L'exploit è stato ereditato direttamente da quello per iOS 10.2 e, una volta adattato, ha permesso di bucare con semplicità Nintendo Switch.

A causa di questo, come per le altre console Nintendo, infatti, potrebbero arrivare homebrew e "giochi gratis" che se da un lato danneggiano i profitti degli sviluppatori dall'altro potrebbero fare schizzare in alto le vendite della console che in USA sembra andare piuttosto bene. A conti fatti però non è stato ancora rilasciato nulla e soprattutto Todesco non è un hacker che ama condividere i suoi successi con gli utenti. Inoltre Nintendo potrebbe affrettarsi nel rilascio di un aggiornamento software che chiuda queste falle e sistemi gli altri problemi.

LEGGI ANCHE: Nintendo Switch fatta a pezzi, i segreti al suo interno: processore, batteria e scheda logica

 

La situazione, dunque, non è delle più semplici ma quanto sta accadendo con Nintendo Switch dimostra che si tratta di una console particolarmente interessante per gli utenti e gli addetti ai lavori.