Nintendo Switch ha problemi di connettività del Joy Con sinistro: possibile richiamo globale

Nintendo ha due grossi problemi tecnici da risolvere per la sua ultima console, Switch: la connettività wireless del Joy-Con sinistro; i graffi che i continui spostamenti dalla base possono provocare allo schermo. E se per questa seconda evenienza, l'azienda sembra ancora un po' confusa a riguardo, nel caso della connettività del Joy-Con sinistro si tratta molto probabilmente di una pessima scelta di design.

SEGUICI SU FACEBOOK 

Diversamente da quanto si possa pensare, l'interno dei due Joy-Con non è uguale. Quello destro include anche il sensore a infrarossi e il chip per l'NFC; ciò significa che Nintendo non è riuscita a inserire l'antenna Bluetooth sulla scheda logica stessa. Per fare in modo che il Joy-Con riuscisse comunque a connettersi, ha collegato il chip attraverso un sottile cavo grigio. Il Joy-Con sinistro non integra né il sensore a infrarossi né il chip NFC; quindi Nintendo ha integrato il chip Bluetooth direttamente sulla scheda logica. E qui nascono i problemi:

  • usando il Joy-Con sinistro l'utente copre con la mano il chip dell'antenna, minando così la sua ricezione;
  • la vicinanza della scocca in metallo impedisce all'antenna di funzionare adeguatamente.

L'aggiornamento distribuito il giorno del lancio, lo scorso 3 marzo, non sembra aver risolto la questione, secondo la prova di Dgital Foundry.

Un video su YouTube dell'utente Spawn Wave ha provato a correggere il tiro aggiungendo un cavo per l'antenna Bluetooth anche nel Joy-Con sinistro. Il risultato? Il controller funziona anche a 12 metri di distanza dalla console.

I due Joy-Con Il Joy-Con destro (a sinistra) include un cavo per l'antenna Bluetooth. Il Joy-Con sinistro (a destra) invece no.  IFIXIT

Probabilmente, Nintendo sistemerà questo difetto nelle prossime unità. Per aiutare gli utenti che hanno acquistato la console al lancio, invece, la casa giapponese dovrà probabilmente fare affidamento a un richiamo globale, dando il via a un'iniziativa di sostituzione del Joy-Con sinistro.

Al momento, comunque, la posizione ufficiale dell'azienda non dice nulla. Come spiegato dal presidente di Nintendo of America, Reginald Fils-Aime, in un'intervista a Time "specificamente per la sincronizzazione del Joy-Con, tutto ciò che posso dire è che siamo a conoscenza e abbiamo visto alcune delle segnalazioni. Stiamo facendo ai consumatori un sacco di domande. Ecco perché vogliamo che gli utenti ci contattino direttamente, così possiamo raccogliere più informazioni possibili per comprendere la situazione".

LEGGI ANCHE: Nintendo Switch, miglior lancio di sempre? Non esattamente

"Quindi ora siamo in modalità 'investigativa' per comprendere davvero la situazione e gli scenari. E con queste informazioni, valuteremo e capiremo i prossimi passi".

Discorso diverso per la questione degli schermi graffiati. In diversi casi, gli utenti hanno segnalato che continuare a estrarre e reinserire Switch nella sua base può portare a graffiare lo schermo stesso del tablet. A tal proposito, Fils-Aime riferisce che è ancora difficile stabilire lo scenario in cui ciò accade: "Abbiamo fatto letteralmente centinaia di eventi a cominciare da gennaio e più recentemente con i vari tour a cui portiamo i nostri sistemi. Come ho sentito di queste segnalazioni, ho chiesto ai miei team 'Abbiamo assistito a qualcosa del genere nella nostra esperienza?' e la loro risposta è stata no".

"Attraverso tutte le nostre esperienze, ogni volta che abbiamo tolto e rimesso la console dalla base, non l'abbiamo visto. Quindi questa è una situazione in cui se accade, vogliamo capire meglio le specifiche della situazione. Ecco perché vogliamo che i consumatori si facciano sentire tramite il nostro sito di supporto".

BONUS: Horizon: Zero Dawn, Guerrilla vicina al capolavoro [VIDEO RECENSIONE]