"Nuovo Ordine Mondiale" vuole essere il Matrix all'italiana. Per favore, diteci che è una trollata [VIDEO]

di 10.02.2015 17:41 CET
Enzo Iacchetti e Fabio Ferrara
Enzo Iacchetti (sinistra) e Fabio Ferrara sul set di "Nuovo Ordine Mondiale" WikiCommons-CC BY-SA 3.0

Retro
Retro della banconota da un dollaro USA. Nell'ovale rosso è evidenziata la scritta "Novus Ordo Seclorum" - Credits: Wikimedia Commons/PD

L'appuntamento è di quelli da segnare in rosso sulla propria agenda: il 19 febbraio è la data della prima di Nuovo Ordine Mondiale, l'attesissimo film basato su una delle più celebri teorie del complotto. L'attesa è principalmente quella dei due registi, i fratelli napoletani Fabio e Marco Ferrara, dal momento che il progetto è stato in gestazione per oltre due anni prima di vedere la luce ed uscire nelle sale. O meglio, nella sala: attualmente la pellicola risulta in programmazione solamente all'UCI Cinemas di Casoria (Napoli).

LEGGI ANCHE: Metodo Di Bella: perché Grillo cerca di riesumare una vecchia (e infondata) teoria del complotto? 

Di che film si tratta? Immaginate Matrix, il celebre film di fantascienza. Togliete gli spettacolari effetti speciali, eliminate l'ambientazione negli Stati Uniti e portate tutto in Campania. Sostituite Keanu Reeves, Carrie-Anne Moss e Lawrence Fishburne con Enzo Iacchetti, Stefania Orlando e Marzio Honorato, quest'ultimo conosciuto principalmente in quanto parte del cast di Un posto al sole.

Il parallelismo con la pluri-premiata pellicola dei fratelli Wachowski è stato espresso dallo stesso Fabio Ferrara in un'intervista a Vice: "Matrix non l'ha mai capito realmente nessuno, perché è stato fatto in modo molto fantascientifico", ha spiegato il regista. "Nuovo Ordine Mondiale sarà un film 100 volte più comunicativo di Matrix". Addirittura.

Se i Ferrara Bros si riveleranno all'altezza dei Wachowski Bros lo vedremo tra qualche giorno. Ma a giudicare da quello che si può vedere dal trailer ora come ora il confronto sembra quantomeno impietoso, per voler usare un eufemismo.

La cifra stilistica appare più o meno quella dei finti trailer di Maccio Capatonda. Le differenze sono fondamentalmente due: non c'è la voce narrante e non si ride. O magari sì, ma non per gli stessi motivi. Se siete fan dei lavori del comico abruzzese probabilmente attenderete per tutta la durata del video qualcuno che dica: "Un'altra magistrale interpretazione di Rupert Sciamenna" o "Il nuovo capolavoro di Bruno Liegibastogneliegi". La recitazione invece è in certi punti talmente sopra le righe che riesce difficile capire come mai non sia stato coinvolto anche Stanis LaRochelle, l'attore senza talento della finta fiction Gli occhi del cuore rappresentata in Boris.

Ma mettiamo da parte l'aspetto tecnico (chi scrive, del resto, non è un critico cinematografico e parla da profano) ed occupiamoci dei contenuti. In base a quanto trapelato, il film racconta la storia di un commissario di polizia che, indagando sull'omicidio della compagna, arriva a seguire le tracce di un'enorme organizzazione il cui scopo è quello di dominare il mondo. Di questo allegro gruppetto dagli umili obiettivi fa parte anche un ministro del governo italiano, interpretato da Iacchetti.

Si tratta di una delle più celebri teorie del complotto esistenti, il cui nome, indovinate un po', è "Nuovo Ordine Mondiale" (in inglese "New World Order", spesso abbreviato in NWO). Spiegata molto brevemente, questa ipotesi cospirativa sostiene l'esistenza di un gruppo di uomini di potere infiltrati praticamente in qualsiasi organizzazione, dai governi nazionali ai sindacati degli accordatori di pianoforte, il cui obiettivo è quello di stabilire un unico governo planetario.


L'ex-Presidente USA, George Bush (destra), e l'ex-Primo Ministro del regno Unito, Tony Blair. Secondo David Icke si tratterebbe di due rettiliani - Credits: US Government/PD

Qualcuno ama integrare questa teoria con quella relativa ai rettiliani, una razza di alieni che vivrebbe tra noi con sembianze umane della quale farebbero parte, tra gli altri, l'intera famiglia reale inglese, George W. Bush e Tony Blair. Tra i principali sostenitori di questa teoria figura David Icke, citato anche dallo stesso Ferrara come fonte di ispirazione.

Per chi non lo conoscesse, David Icke è uno dei massimi guru del complottismo a livello mondiale, autore di libri venduti in milioni di copie nei quali espone plausibilissime teorie come ad esempio la "Moon Matrix" ("Matrice lunare"): in base a quanto si può leggere su Il risveglio del leone (2010), la Terra e le menti degli esseri umani sarebbero controllate tramite la Luna, che non sarebbe il nostro satellite bensì un portale inter-dimensionale controllato dai rettiliani. In poche parole, ciò che noi percepiamo come "realtà" sarebbe una sorta di sogno trasmesso alle nostre menti dalla Luna. No, non stiamo scherzando: c'è scritto davvero.

Non contento, due anni dopo quel libro Icke pubblicò Ricordati chi sei, dove vivi e da dove provieni, nel quale ebbe cura di correggere la teoria: in effetti la Luna non sarebbe la fonte di queste trasmissioni mentali, ma solamente l'amplificatore di un segnale proveniente dagli anelli di Saturno. Che peraltro non sarebbero naturali, ma sarebbero stati costruiti da navicelle rettiliane. Se non vi siete ancora prodotti in un facepalm, questa è un'ottima occasione.

Parlare così apertamente del NWO equivale, secondo i Ferrara, ad un'attività ad alto rischio, tanto da fargli ritenere necessario l'utilizzo di una scorta: "Ma andiamo avanti, fino alla fine. Non ci fermeranno mai: abbiamo anche un motto, che è 'sempre avanti'. Contro chiunque voglia censurare, oscurare e controllarci", ha spiegato uno dei due registi a Vice.

Quella di essere censurati e/o controllati, quando non fisicamente eliminati, è una paura che sembra accomunare quasi tutti i teorici del complotto. Un'ottima soluzione per uscire dalla crisi sarebbe quella di mettere una tassa sulla frase "Condividete prima che venga cancellato!", presente sotto praticamente qualsiasi video cospirazionista: il debito pubblico verrebbe ripianato in una settimana.

Tanto per fare un esempio, cercando "nuovo ordine mondiale" su Google si ottengono 445.000 risultati, mentre con "new world order" si sale a 19,6 milioni. A quanto pare la Divisione Censura del NWO è un leggendario esempio di inefficienza, visto che viene permesso a così tante persone di parlarne. Il film complottista per eccellenza, Zeitgeist, tanto caro all'onorevole Paolo Bernini del M5S, è stato caricato su YouTube oltre 4 anni fa, non è mai stato rimosso ed ha raccolto completamente indisturbato 22,7 milioni di visualizzazioni nella versione in inglese. Il suo regista, Peter Joseph, per quanto è dato saperne gode di ottima salute, continua a lavorare e realizza anche video con i Black Sabbath.

Peraltro, la sala dove si terrà la prima proiezione è di UCI Cinemas, un'azienda posseduta da Terra Firma Capital Partners, che è una società di private equity. Ossia è parte di quella élite finanziaria che dovrebbe essere coinvolta nel complotto. Ma che a quanto pare non ha nulla in contrario se questo film viene proiettato in una sala di sua proprietà.

Il quadro complessivo che emerge, sia dalle informazioni trapelate che dalle (poche) interviste rilasciate, è quella di un quadro che sembra combaciare perfettamente col ritratto del complottista medio. Forse troppo perfettamente, tanto da far nascere il sospetto che si tratti solamente di una gigantesca trollata. Forse è più una speranza che un sospetto, ma la sensazione c'è.

Per chi non fosse avvezzo al gergo di internet, in questo caso potremmo definire una trollata come un elaborato scherzo congegnato con l'unico scopo di godersi le reazioni delle persone, siano esse di approvazione o meno. Oppure, ed è accaduto spesso, potrebbe trattarsi di una campagna di marketing virale. Come detto, esistono degli indizi che fanno venire qualche sospetto. In primo luogo il trailer, che appare davvero surreale, ma non solo. L'unica fonte ufficiale d'informazione sul film è la pagina Facebook: il dominio nuovoordinemondiale.it, indicato sul social network, risulta registrato ma a quell'indirizzo non c'è alcun sito.

È anche vero che esistono molti indizi che puntano nella direzione opposta, ossia quella del vero film. A cominciare dal fatto che nel 2012 siano stati effettuati dei casting per scegliere gli attori. Trollata o meno, per conoscere la verità sarà necessario aspettare ancora qualche giorno. A meno che il NWO non decida che tutta questa pubblicità non è positiva per il loro piano di conqusta del mondo.

LEGGI ANCHE:

"Un microchip per i dipendenti", ma c'è chi non è d'accordo [VIDEO]

Il filotto complottista dell'on. Bernini (M5S): dall'11/9 a Mattarella voluto dalla massoneria 

La foto di Vanessa col fucile: l'ennesima bufala contro le due volontarie rapite in Siria