Obama: “Se non si alza il tetto del debito sarà il caos”

  | 14.01.2013 18:29 CET
Obama
Obama

Sarà un altro lungo e duro scontro quello che sta per nascere tra Democratici e Repubblicani negli Stati Uniti. Lo stesso Presidente Obama cercherà di mediare anche questa volta. Stavolta si tratta della decisione di innalzare il tetto del debito statunitense. Obama ritiene da irresponsabili non proseguire su questa strada senza la quale i mercati sprofonderebbero nel caos e l'America nuovamente in rischio recessione.

Un mancato accordo rappresenterebbe un enorme danno non solo per l'economia americana ma per tutta l'economia mondiale. Il Presidente si mostra, come sempre, pronto al dialogo ma assicura che non accetterà di negoziare con la pistola puntata alla testa degli americani. Queste parole, dure e forti, sono rivolte al Partito Repubblicano, reo di aver promesso le barricate se non verranno approvati i tagli alla spesa che loro intendono apportare.

Gli analisti, in mancanza di un accordo, prevedono che gli Stati Uniti potrebbero andare in default già dal mese di febbraio visto che, tecnicamente, il limite di indebitamento è stato già sforato a fine anno. Questo potrebbe causare il panico nei mercati finanziari e il ripetersi della crisi politica che, nell'estate del 2011, portò Standard & Poor's a strappare a Washington la prestigiosa 'tripla A'.

Obama sconfessa coloro i quali sostengono che alzare il tetto del debito farebbe aumentare la spesa pubblica; fare quest'innalzamento permetterebbe al Paese di onorare le spese su cui si è già impegnato. In mancanza di un accordo le prime cose a saltare sarebbero i sussidi ai veterani e l'assistenza del social security. In cambio dell'accordo il Presidente promette alcuni aggiustamenti al "Medicare", la riforma sanitaria da lui fortemente voluta che ha ampliato l'assistenza medica per milioni di americani.

La cosa certa è che non sarà disposto a tollerare un altro lungo dibattito parlamentare e proprio per questo ha chiesto al Congresso di conferirgli l'autorità di alzare il tetto del debito da solo se non ci sarà margine di dialogo e ci sarà solo muro contro muro.

Altri articoli di IBT MEDIA

Commenti