Opel chiude l'impianto di Bochum: a rischio 3000 dipendenti

di 10.12.2012 14:56 CET
Opel Ampera
Opel Ampera Reuters

La casa automobilistica tedesca Opel conferma la decisione, presa lo scorso giugno, di chiudere lo stabilimento di Bochum nel 2016.

Lo stabilimento in cui viene prodotta la Zafira assicura lavoro a circa 3000 dipendenti; Opel afferma che lo stop dell'impianto si è reso necessario a causa della "drammatica contrazione del mercato automobilistico europeo".

La cancelliera Angela Merkel si è detta rammaricata per la vicenda esprimendo  preoccupazione per le famiglie occupate nell'azienda; l'auspicio del Governo tedesco è che la General Motors, che controlla la casa automobilistica tedesca, possa gestire in modo appropriato la situazione.

Solo pochi giorni fa era arrivato l'annuncio da parte della Fiat di un ridimensionamento dell'impianto di produzione in Polonia.

La crisi del mercato dell'auto continua  a mietere vittime con ripercussioni sociali di notevole drammaticità.

 

 

Commenti