Panico a Berlino: "Attacco con acido alle fermate del bus". Ma è un falso allarme

di 29.01.2013 10:16 CET
Berlino
Porta di Brandeburgo Reuters

Alle 7 di questa mattina a Berlino è stato lanciato l'allarme su un presunto attacco con sostanze tossiche a sei fermate dell'autobus, nella zona est della capitale tedesca. Il fatto che due persone abbiano lamentato problemi respiratori ha moltiplicato l'allerta.

Secondo le prime ricostruzioni alcuni ignoti, usando un liquido corrosivo, avrebbero distrutto le pareti delle vetrate alle fermate lungo la Karl-Liebknecht-Strasse e ne avrebbero versato ovunque. La centralissima Alexanderplatz è stata chiusa al traffico, come le sei fermate considerate 'sotto attacco'.

La Polizia ha subito smentito le prime notizie che circolavano in merito alla natura di questo liquido corrosivo: si era parlato infatti del velenoso acido fluoridrico che, se assorbito dalla pelle, provoca gravi ustioni oltre a danni considerevoli ai polmoni.

L'allarme è rientrato dopo un paio d'ore, quando un portavoce della polizia ha dichiarato: "Non si tratta di sostanze tossiche, ma di semplice vandalismo". Sulla vicenda, a quanto si apprende, indagano tanto i servizi segreti che l'antiterrorismo tedesco.

Commenti