Pericolo rivolte in Europa, parola di Nigel Farage

di 10.05.2012 15:13 CEST
Nigel Farage
Nigel Farage Reuters

Nigel Farage, noto in Parlamento Europeo per i suoi discorsi paradossalmente pro-Europa, si fa notare di nuovo per delle dichiarazioni riguardanti lo stato politico ed economico dell'attuale Europa. 

Farage parla di uno stato economico e sociale in cui portebbero, con alte probabilità, scoppiare rivolte e rivoluzioni. Ciò che è successo alle elezioni greche è emblematico, ovvero confusione, incertezza e alti consensi verso frange politiche molto avverse purché estremiste.

L'austerità sta recando danni enormi agli Stati e all'euro stesso, ingabbiando una moneta all'interno di un'economia destinata al fallimento politico. I popoli europei non possono continuare vrso questa direzione: disoccupazione e recessione. 

Ricordiamo che Nigel Farage disse che la Grecia sarebbe andata incontro da una crisi economica senza precedenti e che i governi dell'austerity (Monti, Papademos) non erano nient'altro che Governi Fantoccio dell'Europa. Sicuramente qualcuno da ascoltare seriamente.