Piazza Affari positiva dopo la giornata di ieri, preoccupa Seat

di 05.02.2013 13:24 CET
La sede di Borsa Italia a Milano in una foto d'archivio.
La sede di Borsa Italia a Milano in una foto d'archivio. REUTERS

Dopo la tempesta di ieri in Piazza Affari rimangono ancora relitti in circolazione. Naufraghi che seppur duramente colpiti continuano a rimanere a galla. Questa è l'impressione vedendo i titoli oggi. Nonostante i segni più, soprattutto grazie ai titoli bancari. Milano ha avuto un vero e proprio rimbalzo, mettendo tra parentesi le preoccupazioni sulla campagna elettorale espresse dal Wall Street Journal ieri. Ma è difficile dimenticare la vicenda Monte dei Paschi e Saipem. Oggi poi ad aggravare la situazione c'è anche Seat Pagine Gialle.

Nonostante questo però le Borse europee sono in segno positivo con l'FTSE MIB a +1,21%, Londra recupera lo 0,4%, Parigi lo 0,7%, e anche Madrid (maglia nera ieri con Milano) è a + 1,68%: è il massimo rimbalzo. A preoccupare ancora i mercati questa mattina ci ha pensato lo spread che era salito fino a 290 punti base, per poi attestarsi sui 277 (per i rendimenti a 10 anni).

Se però Monte dei Paschi viaggia in positivo a + 3,63%, è Seat che si ritrova oggi al centro del ciclone. Perdendo oltre il 40% del titolo, ora si ritrova a meno 26%. Anche se non sembra contagiare gli altri titoli. Il crollo di Seat, sembra essere più uno stillicidio azionario che un vero tsunami: la notizia che ha accelerato la perdita del titolo è quella che ha richiesto la procedura per accedere al concordato preventivo. Per garantire la continuità aziendale vista l'impossibilità di far fronte agli impegni sul debito nel 2013, dopo la la revisione al ribasso dei target.

Forse è presto per dire che la tempesta stia passando, certo è che fluttuazioni in questo momento di incertezza (elettorale e non) sono all'ordine del giorno.

 

 

Commenti