Pillola contro le radiazioni nucleari: completati i primi test

di 02.07.2012 13:04 CEST
Pillola contro le radiazioni.
Il farmaco nasce dall'estratto naturale di 2 piante che crescono sull'Himalaya. Reuters

Nasce dall'estratto di due piante che crescono sulla fascia centrala dell'Himalaya, rispettivamente l'Hippophae rhamnoides e il Podophyllium hexandrum, e tra un anno sarà messa a disposizione innanzi tutto dei Gruppi di reazione rapida, i primi ad intervenire nei casi di attacco nucleare.

A rendere noto l'arrivo della pillola "magica" è stato William Selvamurthy, capo del Dipartimento di Scienze della vita e direttore generale dell'Organizzazione militare per la ricerca e lo sviluppo (DRDO).

Queste le dichiarazioni: "Abbiamo completato i test pre-clinici su roditori nell'Istituto di Medicina Nucleare e Scienze affini di New Delhi. I test clinici invece saranno condotti dalla Direzione generale indiana per i farmaci del ministero della Sanità".

C'è anche l'intenzione di prescrivere la pillola a quei pazienti che si sottopongono alle radioterapie poiché malati di cancro e a coloro che vivono in aree altamente radioattive.

Commenti