"Prematuro parlare di un governo con Bersani"

di 09.01.2013 18:50 CET
Mario Monti
Mario Monti Reuters

"Mi sembra prematuro parlare di un governo con Bersani. In campagna elettorale dobbiamo tutti schierarci in modo pacato sui problemi e solo successivamente verranno le alleanze. E' molto importante che noi del nostro movimento spieghiamo bene cosa vogliamo fare e che lo faccia anche il Pd".

Così Mario Monti risponde alle aperture post-voto del Pd. Continua il balletto tra il premier uscente e il segretario. Si avvicinano, si allontanano, in attesa di capire se l'alleanza sarà necessaria in funzione anti-berlusconiana."Non sono la stampella nè di Bersani, né di nessuno: spero di essere la scala di ingresso della società civile italiana" ha dichiarato in risposta ad Angelino Alfano.

"Nessuno mi sta chiedendo di far parte di nessun governo e francamente non è a quello a cui voglio candidarmi - prosegue Monti - Berlusconi? Spero non abbia speranze di vincere. Bisogna che si stabilizzi un pò. E' abbastanza semplice l'dea di zero tasse su chi assume giovani. Però è interessante capire perché, se è così semplice, chi ha governato 8 degli ultimi 15 anni non lo ha fatto".

Durante un'intervista a Radio Montecarlo è tornato sugli 'irresponsabili': "Sono una lunga fila di partiti e personalità politiche che hanno fatto anche delle cose buone, naturalmente, ma che per 20 anni almeno sono stati protagonisti in un'Italia che ha guardato più alla punta del proprio naso. Prima che arrivasse l'Europa a darci certi vincoli l'Italia ha avuto dei giganteschi disavanzi pubblici. Non ho inventato io le condizioni in cui l'Italia si trovava nel 2011. Condizioni che hanno fatto venire qualche brivido al mondo politico per cui hanno chiesto a uno non di loro di intervenire".

 

Commenti