PRESUNTA COMBINE LAZIO-GENOA. Sculli in Procura Federale, nel pomeriggio Mauri e Milanetto

  | 20.11.2012 10:05 CET
Stefano Mauri
Mauri, centrocampista e capitano della Lazio

Continuano a 360 gradi le indagini per scoperchiare definitivamente lo scandalo che ha colpito il calcio italiano da qualche anno: il calcioscommesse. Questa mattina Giuseppe Sculli è stato 'avvistato' in Procura federale assieme al suo legale, Paolo Rodella. Il centrocampista della Lazio e' chiamato a fornire chiarimenti al pool del procuratore Stefano Palazzi, in merito alla presunta combine di Lazio-Genoa (4-2, il risultato finale) disputata il 14 maggio 2011.

Il faccia a faccia, però, non ha avuto nessun esito. "Non abbiamo detto nulla. Perchè? È un nostro diritto", si è limitato a dichiarare, all'uscita dagli uffici di via Po, l'avvocato Paolo Rodella che ha assistito all'audizione del centrocampista della Lazio assieme all'avvocato Maurilio Prioreschi.  In giornata sono previste anche le audizioni del vice capitano biancoceleste, Stefano Mauri, del massaggiatore del club capitolino, Massimo Romano Papola e dell'ex genoano Omar Milanetto.

 

 

LEGGI ANCHE

VIDEO. ROMA cinica e vincente: ma il TORINO è imbufalito con l'arbitro 

JUVENTUS-CHELSEA. Alessio convoca 25 giocatori: "Partita da dentro o fuori"MERCATO ATTACCANTI. Balotelli tentato dal PSG, Drogba vuole tornare al Marsiglia

 

Altri articoli di IBT MEDIA

Commenti