Project Scorpio contro PS4 Pro, caratteristiche a confronto: prezzo di 700 dollari per la nuova console Microsoft?

Xbox One
L'immagine del pad per Xbox One S, mostrata durante l'E3 2016 REUTERS/Lucy Nicholson

Project Scorpio non è ancora stata completamente svelata da Microsoft, ma l'annuncio delle specifiche tecniche ha dato il via a una serie di discussioni a riguardo: il prezzo ideale per avere successo, il confronto con l'hardware di PS4 Pro e la possibilità che allarghi davvero la base installata di Xbox One oppure se andrà semplicemente a porsi come "evoluzione" per chi la console già ce l'ha. In tal senso, Project Scorpio condivide tanto, tantissimo del suo DNA con un normale PC, che gli utenti aggiornano se vogliono godere di grafica più avanzata.

PROJECT SCORPIO CONTRO XBOX ONE E PS4 PRO

Cominciamo dalle specifiche tecniche, confrontandole con quelle di Xbox One, a cui si affiancherà, e PS4 Pro, l'altra console pensata per il 4K ma dal prezzo più contenuto. È infatti scontato che Project Scorpio non costerà meno di 499 euro, mentre PS4 Pro viene proposta da Sony a 399 euro.

LEGGI ANCHE: Con Creators Update navigare su Xbox One non è più frustrante

Una volta arrivata sul mercato, Project Scorpio sarà sicuramente la console più potente sul mercato. Innanzitutto, gode di 12 GB di RAM (di cui 8 GB effettivamente a disposizione degli sviluppatori) contro gli 8 GB di PS4 Pro e Xbox One. L'unità grafica, inoltre, ha una frequenza di calcolo notevolmente superiore al principale rivale in commercio ed è composta da 40 unità computazionali contro le 36 di PS4 Pro. Lo stesso discorso vale per la presenza del lettore Blu-ray Ultra HD (assente su PS4 Pro) e per la larghezza di banda della memoria (326 GB/s contro 218 GB/s).

Project Scorpio Project Scorpio  IBTimes

La pura potenza, insomma, è a favore di Project Scorpio, che nel 2018 supporterà anche visori di realtà mista e virtuale. Ma si sa, il mercato console è un po' più complesso: raramente la console più potente sul mercato è stata quella più venduta. Pensiamo a PlayStation 2 contro Xbox e GameCube, oppure a Wii contro PlayStation 3 e Xbox 360. I giochi faranno la differenza e il rapporto qualità/prezzo percepito dai consumatori.

IPOTESI SUL PREZZO: FINO A 700 DOLLARI?

Gli analisti si stanno già dando battaglia sul prezzo finale di Project Scorpio. Non c'è un parere unanime. Michael Pachter di Wedbush Securities ritiene che Scorpio sarà appetibile soltanto se verrà lanciata sul mercato allo stesso prezzo di PS4 Pro: "Il prezzo importerà e se sarà superiore a 400 dollari, sarà un confronto arduo con PS4 Pro. Se sarà 400 dollari o meno, allora prenderà un po' di mercato" ha commentato a GameIndustry.

Pachter però sembra la voce bianca nel coro e uno dei più ottimisti. Secondo Lewis Ward di IDC l'hardware integrato in Project Scorpio costa almeno 650 dollari. Tale stima si basa sulle specifiche di Alienware Aurora, un PC pronto per la realtà virtuale, che costa 1.000 dollari. Ward ritiene che se Microsoft vuole avere dei margini di profitti, Project Scorpio deve essere venduta a un prezzo molto superiore a quello di PS4 Pro: 700 dollari "o più".

LEGGI ANCHE: Nintendo Switch, 3 ragioni per non comprarla

David Cole di DFC Intelligence ritiene invece che Project Scorpio non allargherà il pubblico di Xbox One; anzi, farà riferimento ai suoi più cari affezionati: "Non cambia nulla secondo me. Microsoft ha cambiato il suo piano originale di allargare il suo pubblico. Ora mirano a una nicchia che è leale a Xbox e vuole anche il massimo dall'hardware. Le specifiche di alto livello vanno bene ma il mercato PC ha dimostrato che spesso limita la base installata per il software".

Infine, secondo Pier Harding-Rolls di IHSMarkit, bisogna essere "realistici" rispetto a quale sia il potenziale commerciale di una console a un prezzo così elevato: "Ci aspettiamo che Project Scorpio abbia attrattiva per coloro che hanno acquistato Xbox One al lancio e coloro che vogliono un'esperienza di realtà virtuale simile a quella di un PC ma da parte di un'alternativa più economica. Se venderà più di un milioni di unità nel corso del quarto trimestre 2017, penso che starà andando molto bene".

I GIOCHI FARANNO LA DIFFERENZA

Crackdown 3 Un soldato dell'Agenzia mentre guarda la città dall'alto.  Microsoft

Microsoft ha mostrato a Digital Foundry solamente una demo di ForzaTech, motore grafico di Forza Motorsport di Turn10. Insomma: un motore grafico sviluppato internamente e probabilmente ampiamente ottimizzato. L'azienda di Redmond aveva tutti i motivi per tirare acqua al suo mulino.

Bisognerà capire però cosa riusciranno a fare le società di terze parti, come Capcom, SEGA, Bungie Studios (Destiny), DICE (Battlefield). Microsoft stessa dovrà dimostrare che non si tratta soltanto di grafica e di più pixel, ma anche di fisica e intelligenza artificiale migliorata. Un esempio perfetto sarà Crackdown 3, gioco che promette di sfruttare ampiamente la distruttibilità degli ambienti.

Project Scorpio non sarà una rivoluzione. È un evoluzione di quanto c'è sul mercato da anni, ma più potente e più costoso. L'hardware però può essere sfruttato per esperienze di gioco più solide. Servirà però talento e creatività, due elementi che negli studi di Microsoft spesso mancano.

BONUS: Apple ha perso contro Microsoft maltrattando Mac Pro e i professionisti