Rimandato il primo volo privato verso la Stazione Spaziale

  | 25.04.2012 18:03 CEST
Dragon
Dragon Space X

Doveva partire il 30 Aprile Dragon, la prima capsula privata ad ammarare sulla Stazione Spaziale Internazionale. Costruita dalla società Space Exploration Technologies Corporation (Spacex) pesa circa 6 tonnellate e nel 2010 è stata la prima navetta privata ad andare in orbita e ritornare a terra. È progettata per trasportare merci, ma ne esiste una seconda versione che può ospitare fino a sette persone. Il primo incarico 'ufficiale' sarà il trasporto di materiale verso la ISS, dove si aggancerà grazie al braccio robotico utilizzato già per le altre missioni. Kirstin Brost Grantham, uno dei portavoce della società ha detto: "Dopo avere valutato i nostri recenti progressi, è sembrato chiaro che abbiamo bisogno di più tempo per finire i test sull'elettronica ed esaminare bene tutte le componenti. Per questo il nostro lancio sarà probabilmente rinviato di una settimana". La partenza è quindi prevista per il prossimo 7 Maggio.

La Spacex va ad inserirsi nell'attuale programma NASA che, avendo definitivamente sospeso nel 2011 il programma degli Shuttle, ha deciso di affidare l'approvvigionamento degli astronauti alle navette automatiche, come gli Atv, o alle aziende private. Per ora, invece, l'invio degli astronauti sarà ancora affidato alla navicella russa Soyuz. Proprio pochi giorni fa lo Shuttle Discovery, simbolo dell'esplorazione spaziale degli ultimi 50 anni è atterrato a Washington per arrivare alla sua destinazione finale, lo Smithsonian National Space and Air Museum. Molte le persone ad attenderlo all'arrivo; lungo le strade dell'aeroporto, chiunque si è fermato almeno per un attimo per scorgere il velivolo che ha permesso all'uomo di vivere meravigliose avventure e che non diventerà mai solo un pezzo da museo.

Commenti