Samsung alza del 20% il prezzo dei suoi componenti. Ma solo per Apple

di 12.11.2012 14:14 CET
Apple contro Samsung
Una sentenza che inciderà decisamente sul mercato Reuters

Il punzecchiamento perpetuo di Samsung a opera di Apple ha raggiunto un ulteriore livello. Secondo quanto ha riportato MarketWatch, facente parte della rete del Wall Street Journal, la società sudcoreana avrebbe deciso di alzare del 20 per cento il costo dei propri componenti. Ciò che salta all'occhio però è come tale nuovo tariffario riguardi un unico concorrente: Apple.

Il report di MarketWatch si dilunga nell'affermare che inizialmente l'azienda tecnologica di Cupertino ha tentennato all'idea e ha cercato altri fornitori; non riuscendo nel tentativo ha, a malincuore, accettato le nuove condizioni economiche proposte dal rivale-partner. L'accordo con Samsung scadrà nel 2014 e, per come stanno le cose al momento, è sempre più difficile immaginare un prolungamento.

Sembra solo che negli ultimi due anni Apple abbia ordinato circa 330 milioni di "application processor", il componente il cui prezzo è stato rialzato, di cui 200 milioni di unità solo quest'anno. Si tratta di un elemento essenziale nella creazione dei chip dei processori dei dispositivi mobile californiani, dall'iPad all'iPhone, passando per i lettori musicali iPod.

LEGGI ANCHE

Samsung meglio di Apple: Galaxy S3 è lo smartphone più venduto nel Q3 2012

Apple, da carnefice a vittima: dovrà pagare 368 milioni di dollari per un brevetto violato

Apple, 3 milioni di iPad venduti in 3 giorni

Commenti