Samsung Galaxy S8, i benchmark delle CPU: meglio Exynos 8895 o Snapdragon 835?

di @PatosNokia m.serra@ibtimes.com 17.03.2017 12:11 CET
Samsung Galaxy S8, la nuova parte frontale "tutto schermo"
Samsung Galaxy S8, la nuova parte frontale "tutto schermo" evleaks

Samsung Galaxy S8, di cui vi abbiamo raccontato tutto in questo articolo, arriverà in Europa con l'Exynos 8895 al posto dello Snapdragon 835 di Qualcomm. Se questa scelta vi sta facendo storcere il naso perché siete convinti che lo Snapdragon 835 sia superiore praticamente in tutto aspettate a vedere i primi benchmark. Geekbench ha registrato il passaggio di due versioni: SM-G955F con Exynos e SM-G955U con Snapdragon. La prima ha totalizzato 1978 punti in single core e 6375 punti in multi core.

Numeri leggermente più alti del modello con lo Snapdragon 835 che ha totalizzato 1929 in single core6084 punti in multi core. Una differenza minima ma che potrebbe aprire a scenari simili a quelli dello scorso anno con i modelli europei e statunitensi del Galaxy S7 che in alcuni casi ha fatto urlare al chipgate. Si perché se nel complesso entrambi i System On Chip si equivalgono, complice la presenza di un processore Octa Core per entrambi e degli stessi quantitativi di memoria, nel reale utilizzo potrebbero emergere delle differenze.

LEGGI ANCHE: 12 foto di Samsung Galaxy S8: tutto quello che c'è da sapere

Samsung Galaxy S8 i chip a confronto Samsung Galaxy S8 i chip a confronto: Exynos contro Snapdragon  GeekBench

È il caso delle procedure di accensione e quelle di apertura delle applicazioni che potrebbe risultare più veloci insieme all'elaborazioni grafiche per via semplicemente maggiore ottimizzazione portata avanti dagli ingegneri di Samsung che a differenza di quelli Qualcomm non si limitano a stilare solo come debba essere prodotto il chip ma anche come deve funzionare in ogni sua parte nel singolo dispositivo. Anche se quest'anno la stessa Samsung ha partecipato attivamente alla produzione dello Snapdragon 835.

A livello tecnico, inoltre, il chip di Qualcomm soffrirebbe di una maggiore latenza negli accessi alla memoria che quindi lo rallenterebbero praticamente in tutto con un impatto (leggermente) negativo sulle prestazioni. Un altro aspetto interessante, non emerso da questi benchmark, è il consumo energetico che potrebbe anche in questo caso favorire un modello piuttosto che l'altro. Sempre con il Galaxy S7, le prove condotte attraverso uno script che replicava l'uso non-stop della vita reale hanno decretato vincitori i Galaxy S7 Exynos.

LEGGI ANCHE: Galaxy S8 imminente ma all'orizzonte c'è Galaxy X, lo smartphone pieghevole

Samsung Galaxy S8 e Galaxy S7, i chip a confronto Samsung Galaxy S8 e Galaxy S7, i chip a confronto  Geekbench

Questi si spegnevano dopo 462 minuti contro i 290 minuti dei Galaxy S7 Qualcomm. Una bella differenza che si potrebbe verificare anche quest'anno. Non ci sono dubbi, invece, se si confrontano le prestazioni del nuovo l'Exynos 8895 di Galaxy S8 con l'attuale, e comunque potente, l'Exynos 8890 di Galaxy S7. Nello specifico, ci sono quasi 1000 punti di differenza tra una generazione e l'altra il che dovrebbe significare velocità di gran lunga superiori con supporto al multithreading e al multitasking anche con i Core a basso consumo della CPU.