Samsung Galaxy S8 perde la voce: Bixby è un flop? Tolta la possibilità di personalizzare il tasto

di @PatosNokia m.serra@ibtimes.com 18.04.2017 11:30 CEST
Samsung Galaxy S8 con BixBy
Samsung Galaxy S8 con BixBy Samsung

Bixby è una delle novità più importanti di Galaxy S8. È l'assistente personale che Samsung ha sviluppato per rivoluzionare il modo di utilizzare lo smartphone perché in grado di comprendere parole, testi e inquadrature. Lo si può richiamare tramite lo specifico tasto laterale o pronunciando "Bixby". Una volta attivato, si potrà scrivere, inquadrare un soggetto con la fotocamera o semplicemente parlare come si farebbe come una persona. "L'intelligenza artificiale infatti capirà sempre, anche se il linguaggio è colloquiale, e troverà il modo giusto per rispondere".

Questo è come Samsung ha presentato Bixby che su Galaxy S8 ha anche una Home personalizzata dove sono raccolte tutte le applicazioni e i siti internet utilizzati più di frequente dall'utente insieme ai promemoria programmati. Bixby affina queste informazioni con il tempo e quindi più si utilizzerà Galaxy S8, più lui conoscerà meglio l'utente. Peccato che proprio Bixby potrebbe essere il tallone d'achille di Galaxy S8 e Galaxy S8+. Il perché è presto detto: già dalla presentazione, Bixby avrebbe compreso comandi in inglese, spagnolo, coreano e cinese.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy S8 e S8+ con TIM, Vodafone, 3, Wind e PosteMobile: abbonamenti, offerte e rate

E quindi niente italiano, il che è un vero peccato visto il numero di appassionati pronti ad acquistare il dispositivo a rate, grazie alle offerte degli operatori, o su Amazon, facendo il preordine. Ma la notizia peggiore è che Bixby non avrà proprio voce. Il 21 aprile, quando Galaxy S8 e Galaxy S8+ saranno disponibili all'acquisto negli USA, gli utenti non potranno impartire i comandi nemmeno in lingua inglese perché Bixby Voice sarà disattivato. Lo ha deciso la stessa Samsung dopo alcuni test che hanno dimostrato performance scadenti nel riconoscimento vocale. 

Soprattutto se confrontate con la versione coreana di Bixby, l'unica realmente disponibile al lancio dello smartphone. La lingua inglese dovrebbe essere aggiunta più avanti, a fine maggio con un aggiornamento software specifico. Non ci sarebbero informazioni precise, invece, sull'esordio della lingua italiana che ci auguriamo possa avvenire entro la fine dell'anno. Altrimenti non avrebbe davvero senso includere l'assistente personale tra le feature per l'acquisto o meno del dispositivo che sarà già affiancato da Galaxy Note 8 e superato nel 2018 da Galaxy S9.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy S7 e Galaxy S7 Edge, come trasformarli in un Galaxy S8

Al primo utilizzo di Galaxy S8, dunque, sarà praticamente inutile il tasto che serve per richiamare Bixby. Un pulsante posizionato sul profilo laterale del terminale che gli "smanettoni" hanno subito pensato di "mappare" per riutilizzarlo intelligentemente. La community di XDA ha realizzato perfino un tutorial anche se basta procedere al download dal Google Play Store di un'applicazione gratuita come bxActions che permette una volta installata di impostare tre diverse azioni sul tasto di Bixby in base alla pressione: singola, prolungata e doppia.

Le applicazioni o le opzioni che è possibile assocciare sono infinite ma soprattutto completamente personalizzabili in base all'esigenze dell'utente. Peccato che questa modifica non è stata digerita da Samsung che ha bloccato queste procedure e quindi la possibilità di mappare il tasto. Lo ha fatto presente uno sviluppatore in seguito all'installazione dell'aggiornamento con codicw NRD90M.G950WVLU1AQD9. Philip Berne, responsabile software per le versioni USA di Galaxy S8 e Galaxy S8+, ha specificato su Twitter che si tratta di una mossa necessaria per correggere una falla nel sistema di sicurezza, la stessa utilizzata da queste app. Il tasto Bixby quindi non potrà assolutamente essere usato per richiamare altre app, per quello sarà necessario il root o altre modifiche successive.

ORA GUARDA: Samsung Galaxy S8+, cosa potete comprare allo stesso prezzo? I nostri suggerimenti